Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Delega Fiscale. Il Governo pensa di richiamare il Comitato ristretto e accelerare i lavori. Decreto giochi licenziato entro marzo?

In: Politica

22 gennaio 2015 - 08:12


News

(Jamma) Poco più di due mesi e la possibilità di ricorrere ad un Comitato ristretto per accelerare i lavori sui decreti attuativi della Delega Fiscale ( compreso quello in materia di giochi) . Il Governo cambia strategia e scommette sulla possibilità di completare i lavori evitando così la scadenza di fine marzo prevista dalla legge 23/2014. Se infatti l’Esecutivo non ce la farà potrebbe sperare solo nell’approvazione della pdl ( all’esame della Commissione Finanze) che introduce una proroga di almeno un anno. Da qui la decisione di richiamare i membri della Comissione congiunta Camera Senato che era stata costituita alcuni mesi fa proprio per accelerare i lavori. Come invece sappiamo in un anno sono stati solo tre i decreti che hanno ottenuto il via libera delle camere e tra questi non c’è quello sui giochi.

Entro la giornata il governo dovrebbe decidere se ‘richiamare’ al lavoro i membri della Commissione presieduta da Daniele Capezzone ( FI). Questa operazione potrebbe, infatti, consentire un rapido esame preliminare dei testi una volta licenziati da palazzo Chigi, in modo tale che una volta giunti all’esame delle Commissioni finanze a ranghi completi siano sufficienti un paio di sedute per esprimere il parere al testo. Non a caso il premier Renzi ha annunciato due giorni fa che i decreti verranno presentati il 20 febbraio prossimo in Consiglio dei Ministri. Se non ci saranno intoppi e ripensamenti vari si riuscirebbe a licenziare tutti i decreti in programma ( poco meno di dieci), compreso quello sui giochi, entro la fine di marzo.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito