Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

De Filippo (sottosegr. Salute): “Insediamento Osservatorio su ludopatia in ritardo, stiamo sollecitando le associazioni a individuare i componenti”

In: Politica

12 febbraio 2016 - 09:15


De_filippo

(Jamma) L’Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave è stato istituito ma non è ancora attivo, il governo sta sollecitando le associazioni competenti nell’individuare i componenti ed è consapevole del ritardo accumulato.

E’ quanto ha dichiarato in commissione Affari Sociali il sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo (Pd), rispondendo all’interrogazione presentata dal deputato Beni (Pd) sull’attivazione dell’Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo. Il sottosegretario ricorda che “la legge di Stabilità 2015 ha trasferito al ministero della Salute l’Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave, demandando ad un decreto interministeriale del ministro della Salute e del ministro dell’Economia, la rideterminazione della composizione dell’Osservatorio, assicurando la presenza di esperti in materia, di rappresentanti delle Regioni e degli enti locali, nonché delle associazioni operanti nel settore, nell’ambito delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente e, comunque, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica. Il Ministero della salute si è prontamente attivato ed ha predisposto, sin dal febbraio 2015, lo schema di decreto, che una volta perfezionato con la firma del ministro della Salute è stato sottoposto all’esame del ministro dell’Economia, che lo ha sottoscritto e ritrasmesso in data 25 giugno 2015. Detto provvedimento è stato quindi inoltrato alla Corte dei Conti per la registrazione. La Corte dei Conti ha formulato alcune osservazioni circa la composizione dell’Osservatorio (mancata inclusione di un componente del Ministero dello sviluppo economico); ciò ha comportato un confronto e uno scambio di note tra gli Uffici coinvolti ed un rallentamento nell’iter di approvazione e attuazione del provvedimento. Una volta intervenuta la registrazione del decreto istitutivo dell’Osservatorio, questo Ministero ha provveduto già dal 7 dicembre 2015, ad avviare le consultazioni al fine di ottenere le designazioni dei componenti, necessarie per l’effettiva operatività dell’Osservatorio medesimo. Allo stato attuale, sono state acquisite le designazioni da parte del ministero dell’Istruzione, della presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, dell’Istituto Superiore di Sanità e di alcune Associazioni scientifiche e di utenti; il ministero della Salute, da parte sua, ha già provveduto a nominare anche due esperti indipendenti. Devo, comunque, rilevare che ad oggi, non sono pervenute le designazioni di alcune Amministrazioni centrali e regionali, nonché quelle di ulteriori Associazioni scientifiche e di utenti. Rassicuro, comunque, che al fine di superare il ritardo che si sta verificando, questo Ministero ha già provveduto a sollecitare le Amministrazioni e le Associazioni, che ad oggi non hanno individuato i propri designati”. Il sottosegretario evidenzia poi che “in merito alle attività di ricerca nell’ambito delle tematiche riguardanti il gioco d’azzardo, previste dall’accordo quadro sottoscritto dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dall’Istituto Superiore di Sanità, si specifica che le stesse attività, indicate nell’accordo quadro del 10 novembre 2015, saranno frutto di accordi esecutivi, ancora allo studio delle parti. Detto accordo quadro prevede azioni di ricerca, formazione e informazione, e non di controllo”. Durante la sua replica, il deputato Beni (Pd) invita il ministero della Salute a “sollecitare con decisione la designazione dei restanti componenti da parte dei soggetti inadempienti, al fine di consentire in tempi rapidi l’avvio dell’attività dell’Osservatorio, ricordando che ciò è condizione necessaria ai fini del pieno utilizzo delle risorse stanziate per il contrasto del gioco d’azzardo patologico”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito