Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Ddl Stabilità: circa un centinaio gli emendamenti che riguardano i giochi pubblici

In: Politica

11 novembre 2013 - 18:20


emendamenti

(Jamma) Sono un centinaio gli emendamenti alla legge di Stabilità che riguardano i giochi: si tratta essenzialmente di proposte emendative (principalmente a firma Pd e Movimento 5 stelle) che puntano a reperire risorse aumentando la tassazione sul gioco. A partire da domani, la Commissione Bilancio del Senato procederà all’esame degli oltre 3.000 emendamenti depositati.

Nel dettaglio, il Pd ha presentato circa 60 emendamenti in cui propone di reperire 100 milioni di euro a partire dal 2014 autorizzando i Monopoli a  “modificare la misura del prelievo erariale unico, la percentuale dell’ammontare complessivo delle giocate destinate a montepremi, nonchè la percentuale del compenso per le attività di gestione ovvero per quella dei punti vendita”. Tra gli interventi da finanziare attraverso i giochi, anche la promozione all’estero dei prodotti agricoli, i contratti per il personale sanitario e l’assistenza domiciliare ai non autosufficienti.

 

Il Movimento 5 Stelle ha presentato circa 40 emendamenti in cui chiede di modificare il Preu, innalzandolo al 15% o al 18%, per finanziare alcune misure tra le quali la stabilizzazione del 5 per mille, l’utilizzo di tecniche di agricoltura conservativa o gli sgravi per le pmi che assumono a tempo indeterminato. Diversi emendamenti riguardano l’ippica: 4 proposte identiche prsentate da Pdl, Pd e Scelta civica autorizzano “l’anticipazione di 40 mln di euro nello stato di previsione della spesa del Mipaaf a valere sulle disponibilità già incassate dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli e da destinare ai premi e alle attività strettamente connesse alle corse dei cavalli”.

Altri 4 emendamenti identici di Pd, Pdl e Scelta civica prevedono che “il Mipaaf è autorizzato per il 2014 a effettuare operazioni di pagamento e riscossione relative alle competenze dell’ex Assi trasferite al Ministero mediante l’utilizzo dei conti correnti già intestati alla medesima Agenzia attraverso un dirigente delegato”. E ancora, un emendamento del Sudtiroler Volkspartei propone di escludere le case da gioco dal limite di mille euro per l’utilizzo del contante.

 

Infine, la Lega ha presentato circa 10 emendamenti che chiedono l’istutizione di programmi di sensibilizzazione sui rischi del gioco patologico, il divieto di pubblicità, cure per le persone colpite da ludopatia e di equiparare agli operatori legali le società estere che operano in Italia.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito