Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Chiusi (SI), anche un bar-sala giochi tra le nuove attività incentivate con un finanziamento del Comune

In: Politica

1 febbraio 2016 - 15:49


soldi

(Jamma) – Un calzolaio, un ristorante, un negozio di articoli da regalo, una pizzeria a taglio e un bar-sala giochi. Sono queste le cinque nuove attività che hanno recentemente aperto nell’area di Chiusi Scalo. Ai nuovi imprenditori è stato consegnato, durante una sobria cerimonia nella sala del consiglio comunale, un assegno del valore di mille euro ciascuno.

 

Il finanziamento, che rappresenta un incentivo e un contributo concreto all’ avvio di nuove start-up nell’area dei due centri commerciali naturali della città, è a fondo perduto ed è stato ottenuto dagli imprenditori dopo aver partecipato a un corso di formazione, anche gratuito, tramite un soggetto accreditato, inerente all’attività avviata.

 

“Chi scommette sul proprio talento – dichiara il primo cittadino Juri Bettollini – merita di essere premiato. Il contributo che riusciamo a dare alle imprese può essere considerato simbolico, ma riteniamo che sia importante perché può coprire quei costi iniziali che un’attività si trova a sostenere nella fase di avvio. Siamo soddisfatti di aver mantenuto l’impegno preso in fase di concertazione di bilancio, con le parti sindacali e le associazioni di categoria, che legava il contributo ad un processo di formazione per i nuovi imprenditori. E’ stato, quindi, importante essere riusciti a consegnare cinquemila euro perché significa che nella nostra città c’è voglia di investire e di puntare sulle proprie capacità. Per questo da parte dell’amministrazione non possono che andare i migliori auguri di buon lavoro a tutti i neo imprenditori della nostra città.”

 

Il contributo a fondo perduto, che sarà sicuramente ripetuto nella costituzione del bilancio 2016, si aggiunge alla misura “ImpresaSi” rivolta a tutto il mondo delle partite iva (agricoltura, artigiano, industria, commercio, servizi, turismo, edilizia e professionisti) con la quale il Comune si garantirà la copertura degli interessi di un finanziamento (massimo 30 mila euro) richiesto alla locale Banca Valdichiana.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito