Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Mario Borghezio: ‘La Commissione Europea vigili sugli incentivi nascosti nel gioco d’azzardo’

In: Personaggi, Politica

18 dicembre 2012 - 12:16


mario_borghezio
Brescia. Scoperto a svuotare slot con un filo di rame
Ippica. Comitato Pre-Lega: ‘Andiamo avanti aspettando la prossima legislatura’

 

Tar Lazio. Confermata la chiusura di un’agenzia scommesse collegata ad un bookmaker non autorizzato

(Jamma) In un’interrogazione a risposta scritta, l’europarlamentare Mario Borghezio (EFD) chiede alla Commissione se la possibilità di detrarre dall’IRPF, l’imposta sul reddito delle persone fisiche, l’ammontare delle perdite, come ha recentemente previsto il governo spagnolo, violi le norme del mercato interno, agevolando di fatto le sale da gioco spagnole  e se, in caso di risposta affermativa, la Commissione intende intraprendere azioni per evitare distorsioni di mercato in tale settore.

“Il governo spagnolo – dichiara l’europarlamentare –  ha inserito nella manovra fiscale in atto la possibilità di dedurre dalle vincite al gioco d’azzardo l’ammontare delle perdite. Ovvero, in pratica, saranno tassati solo gli utili delle giocate, abbattendo l’imponibile e incentivando, di fatto, le scommesse.

Questa manovra ha, ovviamente, attratto investitori che intendono quindi privilegiare il territorio iberico per installare nuovi casinò sfruttando tali agevolazioni, creando una distorsione di mercato rispetto alle altre nazioni europee.

1. Non ritiene la Commissione che questa possibilità di deduzione violi le norme del mercato interno, agevolando di fatto le sale da gioco spagnole?

2. Intende intraprendere azioni per evitare distorsioni di mercato in tale settore?”

Commenta su Facebook


Realizzazione sito