Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Campiglia, il M5S propone sconti e detrazioni fiscali per gli esercenti ‘anti-slot’

In: Politica

10 dicembre 2014 - 09:26


slot rulli45 lavagna

(Jamma) – Sconti e detrazioni per gli esercenti che decidono di non installare slot machine nei propri locali. E’ la richiesta, tramite mozione, presentata dal M5S di Campiglia Marittima (LI).

 

“Il gioco d’azzardo patologico o azzardopatia è un disturbo del comportamento rientrante nella categoria diagnosticate dei disturbi del controllo degli impulsi, ed è stato inquadrato nella categoria delle cosiddette dipendenze comportamentali. Quest’ultimo – spiegano dal Movimento – è inoltre considerato tra le principali cause d’indebitamento e di usura, come annuncia l’Organizzazione mondiale della sanità, secondo la quale il gioco d’azzardo dà luogo a una vera e propria patologia strettamente affine alla tossicodipendenza”.

 

Per arginare tale problema – proseguono dal M5s – sarebbe opportuno che anche nel proprio piccolo i comuni potessero attivarsi dal momento che possono introdurre detrazioni fiscali sulle tasse e sulle imposte ove il Comune è soggetto attivo, come la Tari, la Tasi e l’Imu. Una detrazione fiscale su una tassa o un’imposta comunale per i locali pubblici che decidono di non installare slot machine al proprio interno premierebbe gli esercizi virtuosi, che preferiscono eticamente e moralmente la salute dei cittadini a un facile guadagno. Considerando inoltre che tale manovra avrebbe una ricaduta leggera sul bilancio comunale”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito