Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Butti (Pdl): ‘Necessario dotare Campione di uno statuto speciale’

In: Cronache, Politica

31 luglio 2012 - 09:39


campione

Spending review, oggi la fiducia

 

(Jamma) Nella seduta di ieri il Senato ha avviato la discussione congiunta del ddl n. 3382 di conversione in legge del decreto-legge 27 giugno 2012, n.87 recante misure urgenti in materia di efficientamento, valorizzazione e dismissione del patrimonio pubblico,

di razionalizzazione dell’amministrazione economico-finanziaria, nonché misure di rafforzamento del patrimonio delle imprese del settore bancario e del ddl n. 3396 di conversione in legge del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, recante disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini. Durante la discussione il senatore del Pdl Alessio Butti ha sollevato la questione delicata de Comune di Campione d’Italia, sede della casa da gioco “che – dichiara l’onorevole – costituisce di fatto la sua unica risorsa economica ed occupazionale: il Comune, di fatto un’enclave in territorio svizzero, andrebbe dotato di un suo statuto speciale”.

“Come si può ignorare – prosegue il senatore – lo stato di grave sofferenza del Comune di Campione d’Italia, che vive esclusivamente della propria casa da gioco? Certo, per conoscere la situazione bisognerebbe sapere che dall’Italia, per raggiungere Campione d’Italia, occorre percorrere l’autostrada svizzera per circa venti minuti, perché quella é una enclave, o una exclave, chiamatela come volete, ma è territorio italiano in Svizzera. E` Italia, però la moneta corrente è il franco svizzero, il bilancio del Comune è in franchi svizzeri, i servizi sono svizzeri, i bambini nascono nelle cliniche di Lugano. Se non si capisce che quel paese va dotato di uno statuto speciale e che occorre intervenire per legge sulla casa da gioco di Campione, come chiedo da tempo, si mette a repentaglio un’intera comunità: tanto vale che sia annessa direttamente alla Confederazione elvetica.

Al casinò, sul quale per una vita ha campato, attraverso il non meglio identificato Fondo Campione, anche il Ministero dell’interno, ci sono oltre 200 esuberi. Ma chi pensate debba ripianare quando avverrà l’irreparabile?

Forse i soci soppressi e accorpati (mi riferisco alle amministrazioni provinciali)? E` fuori dubbio che debba intervenire una moralizzazione degli stipendi, ma è altrettanto evidente che occorre dare a quella comunità una soluzione politica, nulla di più”.

 

 

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito