Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Bisceglie, Sel: “Sindaco intraprenda percorsi per contrasto gioco d’azzardo patologico”

In: Politica

27 novembre 2014 - 09:54


slot rulli45 lavagna

(Jamma) – Gioco d’azzardo, interviene il circolo di Sinistra Ecologia e Libertà di Bisceglie: “Non possiamo assolutamente dirci soddisfatti di quanto fatto (o meglio, non fatto) sinora dall’Amministrazione Comunale. Il sindaco Spina in passato ha già avuto modo di lavarsene pilatescamente le mani affermando di non poter fare molto per contrastare il fenomeno da un punto di vista politico ma che di più si poteva fare sul piano culturale. Ad oggi, con nostro sommo rammarico, ci vediamo costretti a constatare che poco o nulla è stato fatto sia su un versante che sull’altro.

 

Eppure, a ben vedere, qualcosa da fare ci sarebbe. Si potrebbe, ad esempio, aggiornare e ammodernare il regolamento comunale per la disciplina dell’apertura e della gestione delle sale da gioco prevedendo norme specifiche per le agenzie per la raccolta di scommesse e sale VLT. Si potrebbe aumentare la distanza attualmente prevista nel regolamento comunale di 100 metri dai luoghi sensibili portandola, magari, ai 500 previsti dalla Legge regionale 43/2013 e inserendo tra i luoghi sensibili anche altri siti quali gli impianti sportivi, spiagge, giardini, parchi pubblici e qualsiasi altro istituto frequentato principalmente da giovani. Prevedere una distanza minima anche da sportelli bancari, postali o bancomat, agenzie di prestiti di pegno o attività in cui si eserciti l’acquisto di oro, argento od oggetti preziosi. Predisporre corsi di formazione sui rischi del gioco patologico per il personale operante nelle sale da gioco. Promuovere campagne di informazione, sensibilizzazione ed educazione sui rischi e sui danni derivanti dalla dipendenza da gioco.

 

Si potrebbe rendere effettive le sanzioni amministrative e gli accertamenti delle violazioni previsti dall’art. 7 comma 9 della L.R. 43/2013, dunque anche in relazione al divieto di qualsiasi attività pubblicitaria relativa all’apertura o all’esercizio di sale da gioco. Seguendo l’esempio virtuoso dato dai Sindaci di altri Comuni italiani, il Sindaco Spina potrebbe anche disciplinare gli orari di esercizio delle sale da gioco e gli orari di funzionamento degli apparecchi con vincita in denaro installati negli esercizi autorizzati.

 

Tante altre potrebbero essere le iniziative lodevoli; con amarezza invece riscontriamo solo inerzia e disinteresse. Chiediamo quindi al sindaco Spina di cancellare l’ignavia mostrata sinora e di intraprendere percorsi concretamente orientati verso il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico. Chiediamo quindi che il Comune di Bisceglie aderisca al “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo”, iniziativa a cui hanno già aderito, ad oggi, oltre 550 Comuni di tutta Italia. Il documento (facilmente reperibile su internet) è una sorta di dichiarazione di intenti che, una volta sottoscritto, vincola moralmente tutti gli amministratori a utilizzare tutti gli strumenti disponibili per esercitare tutte le attività possibili di contrasto al gioco d’azzardo facendo rete nei territori con associazioni, volontari, polizia locale e forze dell’ordine per attivare iniziative culturali e realizzando reti sovraterritoriali con le ASL e con Prefettura, Questura e Dia per monitorare, prevenire, contrastare il gioco d’azzardo e curare i giocatori patologici”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito