Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Baretta (Mef) su addizionale 500 mln : “La scadenza della seconda rata rimane, comunque aperti al dialogo”

In: Politica

21 settembre 2015 - 14:37


baretta-098

(Jamma) “La tassa va pagata per Legge e quindi chi non lo fa non rispetta la Legge stessa. I concessionari sono quindi tenuti a completare il pagamento dei 500 milioni. Questo però non vuol dire che non siamo aperti ad un dialogo di condivisione del problema, ma la scadenza rimane”. Sono parole di Pierpaolo Baretta, sottosegretario al Mef con Delega ai Giochi, in riferimento alla tassa di 500 milioni prevista dalla Stabilità 2015 per la quale i concessionari hanno già anticipato la prima tranche di 200 milioni. Il 31 ottobre infatti è prevista la scadenza della seconda rata.

Nell’intervista rilasciata ad Agimeg si chiede anche cosa si potrebbe fare per correggere la visione del gioco come malattia e per il sottosegretarioLa “malattia” si sconfigge guarendola, nel senso che negli ultimi anni l’offerta di gioco è cresciuta in maniera irrazionale ed eccessiva. Per questo il nostro lavoro è anche mirato a riorganizzare il settore eliminando questi eccessi e riportando il gioco nel suo giusto alveo che è quello del divertimento”.

– Prima di fine anno ci saranno interventi per far rivivere i propositi della Delega Fiscale?
Sono tre le ipotesi al vaglio. La prima riguarda la riapertura della Delega. La seconda passare attraverso un nuovo dibattito parlamentare, mentre la terza possibilità è offerta dalla prossima Legge di Stabilità. Stiamo lavorando affinché proprio nella Stabilità ci possano essere interventi di tipo fiscale per sistemare delle situazioni importanti per la riorganizzazione del mercato. Ad esempio potrebbe esserci la parte riguardante la tassazione sui margini. Comunque entro dicembre si avrà il quadro completo degli interventi.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito