Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Barani (Gal): “Ingiusto escludere dalle concessioni dei giochi chi condannato in via non definitiva”

In: Politica

5 febbraio 2014 - 09:56


barani

(Jamma) “Mi stupisco nel sentire un Governo della Repubblica italiana che accoglie un’ordine del giorno dove si dice che chi è stato condannato in via non definitiva, cioè chi è stato condannato solo in primo grado, ma non in secondo o in terzo grado, deve essere escluso dalle gare per il rilascio di concessioni in materia di giochi (sia che si tratti di persone fisiche che di persone giuridiche). – ha affermato Lucio Barani del Gal in occasione del voto del provvedimento di delega fiscale – Mi sembra che si stia esagerando. Si fa un po’ come nel film di Totò: punto, virgola, due punti, e ci mettiamo dentro tutto. Un Governo non può far questo. Quando uno è condannato, è condannato in via definitiva, non in via non definitiva. E mi dispiace che i colleghi della Lega abbiano un concetto ancor più che giustizialista su questo punto. Stabilire che chi non è stato condannato in via definitiva (e quindi può essere ancora considerato innocente) debba essere escluso dalle gare mi sembra come tornare alla colonna infame di manzoniana memoria”.

 



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi