Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Balduzzi: “Il problema del gioco d’azzardo si risolve se tutti fanno la loro parte”

In: Personaggi, Politica

12 aprile 2013 - 10:38


balduzzi
Polillo, Sott. Economia: “Interventi sulla tassazione rischiano dirottare domanda su offerte di gioco illegali”

 

Anci: aumentare il preu sugli apparecchi da gioco per sostenere i comuni

 

 

(Jamma) “Il decreto 158 è un inizio, abbiamo posto il problema, molto dipenderà dalla capacità degli enti locali di far sentire la loro voce con AAMS e con le altre amministrazioni interessate”. Lo ha detto il ministro della Salute, Renato Balduzzi, intervenendo alla presentazione del libro di Paola Binetti “Il gioco non è un gioco”.

 

Balduzzi ha sottolineato che “siamo di fronte a un problema di società e di cultura, non solo di norme, è un problema che si risolve se tutti fanno la loro parte”. Il ministro ha aggiunto che “il gioco è come un treno, e gli stiamo lentamente facendo cambiare direzione”.

 

“Se alzassimo la tassazione sui giochi, – ha dichiarato il sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo – come molti hanno proposto, portandola a livelli non compatibili con il mercato, molti si rivolgerebbero al mercato illegale, che offrirebbe un maggiore appeal in termini di rendimento delle giocate. Il contrasto alla criminalità organizzata in questo settore è un problema serio, e lo si risolve asciugando lo stagno in cui nuota la criminalità e questo lo si fa anche se lo Stato organizza qualcosa di alternativo all’illegalità”.

“I dati – ha aggiunto – ci dicono che c’è stata una leggera contrazione della spesa per il gioco, ma quello che è venuto meno è stato il gioco occasionale. E’ invece aumentata la spesa per giochi come le slot che sono da un certo punto di vista quelli più pericolosi”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito