Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Approda in Consiglio Regionale del Piemonte una proposta di legge che limita l’apertura di sale da gioco

In: Politica

13 aprile 2012 - 09:57


VLTruota

(Jamma) Approda in Consiglio regionale una proposta di legge promossa dal vice-presidente di Palazzo Lascaris Roberto Placido, firmata in modo bipartisan da oltre 40 consiglieri, dalla maggior parte dei capigruppo, condivisa e fortemente sostenuta dal presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo (secondo firmatario), sui criteri per l’insediamento delle sale da gioco.

Il provvedimento rientra nella lotta al gioco d’azzardo, che si pone alcuni precisi obiettivi ed in particolare quello di contrastare il diffondersi del vizio del gioco nei soggetti psicologicamente più vulnerabili, impedendo l’insediamento delle sale da gioco vicino ai luoghi dove tali soggetti trascorrono gran parte del loro tempo. Il fenomeno è assai preoccupante – spiega Cattaneo –. Basti pensare ai dati riguardanti il confronto tra i redditi pro capite e i soldi spesi per il gioco in Piemonte, mentre in cima alla classifica del gioco d’azzardo legale si trova Verbania, che ha cercato di limitare gli orari delle sale-giochi e si è ritrovata sanzionata con una multa milionaria. Il tentativo è quindi quello di dare strumenti di intervento ai Comuni, cominciando proprio da Verbania, le cui ordinanze di limitazione degli orari delle sale-giochi sono state finora bocciate dalla giustizia amministrativa. Oggi più che mai è necessario agevolare lo sviluppo di una coscienza e di un’attenzione sociale capace di intercettare le emergenze del momento e soprattutto di prevenire gli effetti devastanti legati al gioco d’azzardo che, se non tenuti sotto controllo, rischiano di provocare danni pesantissimi alle singole persone e all’interno delle famiglie.

 

Ieri intanto sempre presso la sede del Consiglio Regionale sono stati premiati  gli studenti dello Ied che hanno realizzato i due spot della campagna tv “Io non gioco con la vita. Preferisco vivere” ideata dalla Consulta dei Giovani del Consiglio regionale del Piemonte.
“I video – ha dichiarato Lorenzo Leardi, consigliere segretario del Consiglio regionale, delegato alla Consulta – hanno portato nei cinema e nelle tv locali, oltre che sul web, un messaggio molto incisivo e hanno contribuito a far conoscere la Consulta che, con poche risorse, cerca di fare del suo meglio per perseguire obiettivi importanti. Con “Bet with met” e “Se si potesse premere rew” si è cercato di sensibilizzare i giovani sul rischio di incidenti stradali per abuso di alcool e sui pericoli del gioco d’azzardo”.
Sono stati premiati Lorenzo Rosso, Francesca Guala, Francesca De Barberis, Chiara Giraudo per “Bet with met” e Andrea Perin Cavallo, Edoardo Colosimo e Francesca Gatti per “Se si potesse premere rew”. Ai ragazzi sono state consegnate tessere prepagate per un valore unitario di 100 euro per l’acquisto dei libri o materiale informatico presso i centri Fnac.
I video sono consultabili nella sezione Multimedia del sito del Consiglio regionale
http://www.cr.piemonte.it/multimedia/index.htm.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito