Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Andrea Riccardi tira le somme del suo mandato: “Su gioco d’azzardo importanti risultati nonostante difficoltà”

In: Politica

9 gennaio 2013 - 12:00


Riccardi_andrea
Dal Fronte siciliano giunge la richiesta di riaprire il casinò di Taormina

 

 

(Jamma) “La conclusione di questo complesso 2012 coincide con la fine dell’esperienza del governo di Mario Monti. E’ tempo quindi per un ministro di cominciare a riflettere retrospettivamente su questa esperienza così particolare”. Parole di Andrea Riccardi, Ministro oer la cooperazione internazionale . “Ho accettato con entusiasmo, poco più di un anno fa, la chiamata da parte del presidente Napolitano, che ha pensato per me un ministero quasi tagliato su misura. Un ministero che univa, per la prima volta, due aspetti apparentemente distanti: l’integrazione degli immigrati in Italia e la cooperazione internazionale. In più ho ricevuto delle deleghe “pesanti” per responsabilità (famiglia, innanzitutto, poi giovani, tossicodipendenze, servizio civile e adozioni internazionali) ma “leggere” per quanto riguarda la dotazione di fondi. E, in effetti, il primo e più grande limite che ha avuto la mia azione di governo (ma anche quella di tanti altri colleghi ministri) è stata quella di dover tenere conto della scarsità di risorse a disposizione. Quando i soldi mancano, bisogna trovarli o aprire percorsi alternativi per cambiare la realtà. Si deve compensare con le idee. Credo, in questi dodici mesi, di aver realizzato alcune cose positive”. Tra le cose fatte Riccardi non manca di ricordare il suo impegno in materia di normativa sui giochi “In stretta collaborazione con il ministro della Salute Balduzzi, siamo riusciti tra mille resistenze a dotare lo Stato italiano di una prima regolamentazione stringente del gioco d’azzardo, proteggendo soprattutto i minori” conclude.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito