Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Agenzia delle Entrate: gioco online, giro di vite contro gli operatori non autorizzati

In: Fisco, Politica

8 ottobre 2014 - 11:07


Carlo Padoan

(Jamma) – Tramite il “Rapporto sull’evasione fiscale” presentato qualche giorno fa, il Ministro Pier Carlo Padoan ha annunciato l’adozione di nuove misure per contrastare gli operatori illegali che offrono gioco online.

 

Il rapporto ora dovrebbe essere presentato in Parlamento. Questo punta a una collaborazione tra le autorità italiane e quelle di altri Stati membri dell’Unione Europea per tracciare tutti i movimenti finanziari degli operatori sprovvisti della regolare licenza rilasciata da AAMS.

 

Inoltre viene chiesto un maggiore supporto dell’Agenzia delle Entrate per monitorare le transazioni sospette di cittadini italiani verso e da siti non autorizzati. Individuate quelle illegali, le autorità provvederanno a sanzionare sia i siti che i giocatori.

 

Secondo le stime presentate da Padoan, gli operatori illegali che operano in Italia costano all’erario un mancato incasso di circa 122 milioni di euro ogni anno. L’intenzione del Governo è quindi quella di riuscire a recuperare almeno una parte di questa somma grazie al supporto di istituti finanziari e bancari internazionali che dovrebbero tracciare gran parte dei movimenti nei conti bancari dei giocatori italiani.

 

Secondo quanto si legge sul rapporto, queste misure si sono rese necessarie per cercare di prevenire e mettere fine alle violazioni che continuano a danneggiare le finanze nazionali,

 

Oltre a cercare di porre un limite alle violazioni che danneggiano le finanze nazionali, l’obiettivo è quello di garantire un gioco sicuro e affidabile e ridurre lo sfruttamento delle piattaforme non autorizzate per il riciclaggio del denaro sporco. Si attende ora la discussione in Parlamento.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito