Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Tornei di poker. Silvestris (PPE): “In Unione europea servono norme comuni”

In: Mercato, Poker

30 maggio 2012 - 11:29


poker

Spagna. Francesco Rodano (AAMS) al XVII Congresso del COFAR

 

(Jamma) Un mercato dei giochi d’azzardo regolamentato da norme comuni per tutti gli Stati membri. E’ quanto chiede l’europarlamentare Sergio Paolo Frances Silvestris, del Partito popolare europeo, in una interrogazione presentata ieri alla Commissione sulla disparità di regolamentazione presente in Europa.

“Le forze dell’ordine di Catania, – ha dichiarato Silvestris – nell’ambito di controlli finalizzati a contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo, hanno scoperto nelle sale di un lussuoso albergo, inaugurato da poco tempo vicino alla Riviera dei Ciclopi di Acireale, un vero e proprio Casinò, dove si stava svolgendo un torneo illegale di poker. I militari hanno identificato e denunciato venticinque persone per gioco illegale, tra cui due organizzatori, sprovvisti della prevista autorizzazione rilasciata dallo Stato, e il direttore dell’albergo per avere messo a disposizione la sala. È stato accertato che si trattava di un torneo dal montepremi molto ricco data la presenza di 180 giocatori provenienti da ogni parte della Sicilia.

Gli Stati membri mostrano una grande disparità nel modo in cui gestiscono il rilascio delle licenze, nella regolamentazione e nella vigilanza dei giochi online. I quadri giuridici nazionali variano notevolmente da un paese dell’UE all’altro, imponendo regole diverse in materia di rilascio delle licenze, servizi on line connessi, pagamenti, obiettivi d’interesse pubblico e lotta contro la frode.

Ciò premesso, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

1. è a conoscenza del blitz delle forze dell’ordine italiane?

2. Si intende giungere alla realizzazione di un mercato interno regolamentato con norme comuni per tutti gli Stati membri, anche in materia di pubblicità dei giochi?”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito