Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Spagna. Gli operatori in fuga dal mercato del gioco online

In: Poker

23 gennaio 2013 - 09:12


gambli

(Jamma) Operatori in fuga dal mercato spagnolo del gioco on line. A poco più di sei mesi dall’avvio del mercato del gioco online in Spagna diversi operatori di poker stanno pensando di chiudere. Secondo fonti britanniche Ongame e Microgaming hanno già sentito i loro consulenti e stanno avviando le pratiche per sospendere le licenze che gli sono state rilasciate solo pochi mesi fa. Herbert Paradis, presidente del Poker Paf, che opera in collaborazione con Ongame GoalWin, ha ammesso “ di essere in fase di valutazione delle strategie commerciali” pur non avendo ancora deciso di lasciare il mercato. “Stiamo valutando costantemente la nostra strategia commerciale ma al momento non pensiamo di uscire dal mercato” ha detto. “Pensiamo ad un prodotto di poker per la Spagna ma temiamo che non sia possibile perchè non c’è abbastanza liquidità”.

La piattaforma Microgaming include nella sua rete anche l’operatore spagnolo Cirsa.

Secondo i dati di PokerScout.com, che monitorizza solo le poker room, PokerStars detiene il 69,3% del mercato, 888poker il 17,6%, 6,4% è la quota di mercato di PartyPokerun, iPoker controlla il 4%, Gtech G2 l’ 1,5%, mentre Ongame e Microgaming messe insieme raggiungono meno dell’1%.

Gli operatori hanno dovuto depositare una fideiussione di due mln di euro per le loro licenze che hanno validità di 10 anni.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito