Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Poker. Il destino dell’industria europea si gioca in due aule di tribunale

In: Online, Poker

30 settembre 2014 - 07:48


Concept - online poker

(Jamma) Industria del poker online in Europa è destinata a subire un profondo cambiamento nell’arco dei prossimi due mesi con l’esito di due procedimenti giudiziari su cui si pronuncerà la Corte di giustizia europea a Lussemburgo (CGUE) e la Royal Court of Justice di Londra (RCJ) . Entrambi i verdetti potrebbero avere un impatto significativo sul diritto europeo in materia di poker online. Il primo caso riguarda la Royal Scandinavian Casino di Aarhus, in Danimarca, e la Commissione europea. Secondo l’operatore di gioco terrestre in Danimarca i fornitori di poker online pagano aliquote fiscali inferiori rispetto a quelli praticati al casinò terrestri e questo rappresenta una discriminazione; la Royal Scandinavian Casino sostiene che questo è in contrasto con l’articolo 87 del “trattato sul funzionamento dell’Unione europea” (TFUE).

Se la CGUE deliberasse a favore della Royal Scandinavian Casino, la decisione inciderebbe direttamente sia sistema di tassazione di molte poker room europee ; vale la pena ricordare infatti che le tasse a carico dei provider di poker in molti paesi europei sono simili a quelli in Danimarca. Tutto considerato, i verdetti potrebbero portare alcuni operatori di poker online a ritirarsi da alcuni mercati dei paesi europei. Adottando tasse più alte, gli operatori saranno costretti a modificare le loro offerte di gioco.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito