Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

“Il calcio in una stanza”: un’enciclopedia dei giochi all’insegna della beneficenza

In: Personaggi, Sport

4 giugno 2015 - 17:15


calcio89

(Jamma) – Il calcio è sicuramente lo sport più amato in Italia. Una realtà attorno alla quale ruotano tantissimi interessi e che può, talvolta, fondere insieme beneficenza e passione. È il caso del libro scritto da Gino Svanera, medico napoletano, cultore di giochi a scommessa calcistica e non solo.

 

Da circa un anno e mezzo è stato pubblicato il suo volume per edizioni Goalbook dal titolo “Il calcio in una stanza”, che ripercorre in maniera enciclopedica tutti i giochi di ambientazione calcistica: Subbuteo, Calciobalilla, TippKick, Fantacalcio, giochi a scommessa, Calciotappo, videogames calcistici, etc. Il libro ha raccolto numerosi consensi (ci sono prefazioni illustri quali Spalletti, Massimo Caputi, etc) ed è già stato presentato a Rai Sport, Sky e SportItalia. Il volume, è attualmente patrocinato dalla Figc e dalla Fondazione Melanoma a cui è devoluto 1 euro per ogni copia venduta. La prossima edizione a cui Svanera sta lavorando e che dovrebbe essere edita per giugno 2015, sarà patrocinata anche da Jamma, oltre che dall’AIL (associazione italiana leucemie e linfomi) a cui sarà devoluto 1 euro per ogni copia venduta (così come alla Fondazione Melanoma). Alla prima presentazione del libro, inoltre, sarà donato un tavolo di Calciobalilla ai bambini del reparto di oncoematologia pediatrica del policlinico di Napoli.

 

In libreria la nuova edizione de “Il calcio in una stanza” sarà caratterizzata da 1000 immagini a colori, nuove schede, la prefazione di Fabio Caressa e Fabio Cannavaro e il patrocinio del CONI, de La Gazzetta dello Sport, della Federazione Italiana Calcio Balilla, della Federazione Italiana Sport Calcio Tavolo, La Tana dei Goblins, di Jamma, GEC (giochi elettronici competitivi), FIGC sezione Campania, AIL sezione Napoli, Fondazione Melanoma Onlus.

 

Riportando alcuni passaggi del nono capitolo, dedicato al Totocalcio e ai giochi a scommessa calcistica, vogliamo sottolineare qualche curiosità e dare così, oltre al nostro patrocinio, un ulteriore contributo a questa iniziativa davvero lodevole, racchiusa in un volume imperdibile per gli appassionati del genere.

 

Totocalcio
Tra i giochi a matrice sportiva, il più “anziano” è sicuramente il Totocalcio che rimane, ad oggi, il principale gioco di scommesse sul calcio con totalizzatore. L’istituzione del concorso a pronostici sui risultati delle partite di calcio è stato lo strumento della ripresa dell’attività sportiva in Italia nel secondo dopoguerra, il Comitato Olimpico Italiano (CONI) fece suo ed appoggiò il progetto del giornalista Massimo Della Pergola che aveva costituito appositamente la SISAL (Sport Italia Società A responsabilità Limitata). La geniale idea venne al giornalista triestino che tanti articoli della Gazzetta dello Sport aveva firmato nel 1943 durante l’internamento nel Cantone Vallese in Svizzera, fu lui, infatti, a creare la prima schedina. Della Pergola, per ovviare alle fatiche della prigionia, inventò quello che sarebbe diventato il gioco più amato dagli sportivi italiani. Con la sempre crescente diffusione del Lotto e del Superenalotto, delle scommesse su singolo evento (modello inglese) e della spalmatura delle partite in giorni e orari diversi (anticipi e posticipi) si avvertirono i primi segnali di crisi (dal 1992 al 1998 gli introiti si riducono del 36%). Il CONI, tentando di arginare la crisi, decise di introdurre, a metà anni ’90, alcuni nuovi giochi come il Totogol e il Totosei e dopo l’ultimo fallimentare tentativo chiamato TotoBingol, è la volta del il Tredicissimo, il nuovo Totocalcio varato dai Monopoli di Stato che, di fatto, ha preso il posto della vecchia schedina: si vince indovinando il 14 (il Tredicissimo), il 13 e il 12, ma anche se si centrano i primi nove segni della schedina. Sono previsti premi anche per chi totalizza zero. Il debutto della schedina Sisal registra un solo vincitore Emilio Biasetti nel maggio del 1946 che dichiarò alla stampa: “Ho vinto perché con i risultati che ci sono stati è venuta fuori la sagra dell’incompetenza. Ed io, vero campione di incompetenti, ho raggiunto il primato”. La prima vincitrice invece fu Emma Chiantore che, il 26 giugno del 1946, portò a casa 1.296.646 lire. La vincita più alta in assoluto al Totocalcio venne registrata il 7 novembre 1993, concorso n. 13, quando una schedina con un 13 e cinque 12 regalò al suo possessore 5.549.756.245 lire.

 

Lotterie e calcio
Nel corso degli anni ’90 sono stati indetti quattro concorsi di lotterie basate su eventi calcistici: il primo concorso, La lotteria Nazionale dei mondiali di calcio di Italia ’90 il cui costo del biglietto era di 5.000 lire e il primo premio era di 4 miliardi di lire con estrazione il giorno 8 luglio 1990. Il secondo, la Lotteria Nazionale dei campionati del mondo di Usa ’94 aveva biglietti dal costo di 5.000 lire con estrazione programmata per il giorno 17 luglio 2004 e massima vincita di 2 miliardi di lire. Per due anni, 1991 e 1992 (con estrazione alla fine del campionato) furono indetti due concorsi, la Lotteria Nazionale dello Scudetto ’91 (estrazione il 26 maggio) e ’92 (estrazione il 24 maggio), con vincita massima di 3 miliardi di lire e con un costo del biglietto pari a 5.000 lire.

 

Gratta e Vinci… con il calcio
Nell’arco di tutta la produzione sono stati stampati Gratta e vinci dai temi più svariati: il mondo dei giochi, le feste, lo spazio, l’amore; non poteva ovviamente mancare il calcio, infatti nel corso degli anni sono stati prodotti 5 tipi diversi di Gratta e vinci a tema calcistico: nel 1994 il primo, La fortuna col Mundial. Si tratta di un biglietto emesso per i mondiali di calcio di USA ’94. Il secondo Gratta e vinci calcistico è Goal, prodotto nel 2000. Il terzo, Partitissima, prodotto nel 2002. Il quarto, Forza Azzurri, pubblicato in occasione dei mondiali del 2010. Il quinto, Goal Mondiale, pubblicato in occasione dei mondiali del 2014.

 

Slot machine calcistiche
Ovviamente esistono anche slot machine a tema calcistico, una delle quali è Slot machine football rules fruibile dal sito Betterwin. Lo scopo è quello di allineare le magliette delle squadre, i palloni o gli stadi, cercando di ottenere il gioco bonus, che si attiverà quando saranno presenti contemporaneamente sulla prima e sull’ultima ruota i simboli bonus. Durante il gioco bonus, si prenderà il posto di un rigorista durante la finale di coppa del mondo: si sceglierà un pallone e una direzione di tiro, se si segnerà un goal, le scelte effettuate influenzeranno il numero di giri gratis e il moltiplicatore della vincita che si otterrà.

 

Le società di scommesse sportive
Molte società di scommesse hanno sponsorizzato squadre di calcio; tra queste si ricordano: Bwin il Milan (dal 2006 al 2010), Real Madrid e Bayern Monaco, Sporting Bet il club inglese del Wolverhampton (nel 2010-11), Betclic la Juventus (nel 2011-12) e le francesi Olympique di Marsiglia ed Olympique Lyone, Intralot gli australiani del Melbourne Victory (nel 2010-11) ed Eurobet è stato sponsor di Palermo e Genoa. Dalla stagione 2010-2011, su iniziativa della Lega Nazionale Professionisti Serie B, si è deciso di apporre alla Serie B un title sponsor che ribattezza il torneo (seguendo il modello del calcio inglese) e sono state proprio società di scommesse sportive a sponsorizzare. Dal 2010 al 2013 lo sponsor è stato Bwin (Serie Bwin), mentre nel 2013-2014 Eurobet (Serie B Eurobet).

Commenta su Facebook


Realizzazione sito