Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Giacinto d’Onofrio (Partner di Trilantic Capital Partners): resteremo ancora a lungo azionisti di Gamenet per le opportunità di crescita che vediamo

In: Personaggi

25 gennaio 2013 - 15:36


donofriogamenet

(Jamma) – “Siamo molto soddisfatti dell’investimento in Gamenet per molteplici ragioni– afferma il dott. Giacinto d’Onofrio in una intervista a Jamma.it . “La società ha generato brillanti risultati economico-finanziari: negli ultimi 2 anni, i ricavi sono cresciuti del 63% annuo e il margine operativo è cresciuto del 118% annuo”.

Gamenet ha di fronte a sé nove anni di concessione, gli apparecchi da intrattenimento Newslot e Videolottery rappresentano il core business del concessionario che, grazie alla propria rete telematica, collega oggi oltre 60 mila apparecchi in più di 20 mila esercizi pubblici e sale da gioco di tutta Italia. Inoltre grazie all’acquisizione delle concessioni sportive e ippiche, sia terrestri, sia a distanza, Gamenet è attiva anche nel settore delle scommesse sportive e dei giochi on line. Tra i prodotti offerti negli oltre 100 negozi e corner Gamenet presenti in tutta Italia figurano le scommesse a quota fissa sul calcio, sull’automobilismo e su tutti i gli eventi sportivi nazionali e internazionali previsti dal palinsesto AAMS. “Mi auguro – dichiara d’Onofrio – che le opportunità di crescita non si limitino a quelle già note. Con la nascita di Gamenet Entertainment, è stata lanciata l’attività di gestione diretta delle sale da gioco, che punta a creare una catena di punti dedicati al gioco a marchio Gamenet. La società deve completare il lancio della sua offerta on line, che a differenza del passato cercherà di sfruttare maggiormente le sinergie esistenti fra la rete fisica e il mondo dell’on line. Gamenet potrà mettere in campo la sua forza finanziaria nell’aiutare i suoi clienti ad effettuare gli investimenti richiesti. Oggi possiamo dire di avere quasi completato il primo passo del piano che, assieme al management, ci eravamo prefissati. Nel 2013 stiamo avviando la seconda fase, e per raggiungere questo obiettivo si è deciso di procedere gradualmente, pertanto ritengo che ci vogliano almeno tre anni per poter beneficiare dei primi risultati”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito