Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Brignano a ‘Le Iene’: “Quanto è il ‘Giusto’ da giocare?”

In: Apparecchi Intrattenimento, Mercato, Personaggi

30 marzo 2012 - 09:49


brignano

(Jamma) Gioca il giusto. Ma che significa giocare il giusto? A chederselo è Enrico Brignano che durante la puntata de ‘Le Iene’ andata in onda ieri sera, si riferisce al messaggio ‘ironico’ pubblicizzato dai media per quanto riguarda lotto, poker, videopoker e chi più ne ha più ne metta.

Chi decide quanto è il ‘Giusto’, c’è gente che spende stipendi e perde la famiglia giocando il ‘Giusto’. Bisognerebbe adottare degli strumenti da applicare alle macchinette da intrattenimento che inserendo la carta di identità o il codice fiscalenon faccia spendere più di un tot (il giusto appunto) al mese, così allo stesso tempo vietando il gioco ai minori. Cosa che ora non accade.

VEDI IL VIDEO

 

Sempre nella puntata di ieri sera, tra i vari servizi del programma, è andato in onda anche un servizio sulle “truffe” nel mondo del poker online a firma di Nadia Toffa. Si parla di una truffa ai danni di molti pokeristi che giocano on line e che finiscono su alcuni siti dove stranamente perdono sempre. La Iena fa luce su alcune presunte irregolarità di un sito di poker online con dominio “.com” denunciate da un giocatore, nonché ex-agente del sito stesso. Non tutti gli appassionati sanno, infatti, che solo i siti di giochi con dominio “.it”, in cui si puntano soldi veri, sono controllati e approvati con il marchio AAMS (Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato) che regola in Italia il comparto del gioco pubblico attraverso una verifica costante dell’operato dei concessionari. L’intervistato afferma che il sito in questione in realtà incrementa i propri introiti grazie a vere e proprie scorrettezze. Tra queste l’utilizzo di finti giocatori, in realtà programmi che puntano ad intervalli regolari come se fossero persone in carne ed ossa e, soprattutto, la possibilità per i gestori del sito di poter visionare tutte le carte dei giocatori al tavolo virtuale, come se fossero scoperte, falsando così le partite. Per dimostrare quanto detto, l’uomo mostra una partita a due con un altro pokerista online del quale è in grado di vedere, in ogni momento, le carte.

VEDI IL VIDEO

 

 



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi