Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Malta. Cuschieri (MGA) : L’industria del gaming sempre al top, ma serve una revisione delle norme”

In: Online

24 giugno 2015 - 11:53


Chairman-Joseph-Cuschieri-1024x797

(Jamma) Si è tenuto oggi a Malta il Business Breakfast, evento organizzato da Malta Business Weekly, in collaborazione con la Gaming Authority di Malta (MGA).
Nel 2014, l’Autorità ha registrato un aumento delle infrastrutture , soprattutto per rafforzare la sua esecuzione, il rispetto, la tutela dei giocatori e le funzioni legali. Ha inoltre investito in ICT e business intelligence. Per i prossimi tre anni MGA mira a garantire elevati livelli di integrità, efficienza, tutela e il valore dei consumatori nei prodotti di gioco.
Nel 2003 Malta ha introdotto il primo gioco online regolamentato. Il regolamento è stato introdotto come un sottoprodotto dei servizi finanziari. 13 anni dopo, il settore rappresenta il 15% delle esportazioni di Malta e sono 283 le aziende che operano a Malta. Tra il 2013 e il 2015 il settore del gioco ha registrato una crescita del 19%, ma anche i costi sono aumentati in modo sostanziale.
Il presidente esecutivo dell’ MGA Joseph Cuschieri ha detto che i due terzi delle persone che sono impiegate nel settore dei giochi sono stranieri, e che ci dovrebbero essere più incentivi per i giovani maltesi affinchè si avvicinino al settore
Quest’anno sarà avviata una accademia che fornisca formazione nel settore del gioco e sarà operativo in due anni . L’accademia sarà promossa a livello internazionale. Il governo sta lavorando a stretto contatto con MGA e un certo numero di operatori per garantire che il deficit di competenze di Malta venga concluso e si incoraggino le persone ad aderire al settore dei giochi.
Cuschieri ha detto che come regolatore del settore dei giochi, MGA assicura la protezione dei consumatori, e che il settore è privo di crimine. Ha detto che grazie alla tecnologia, le richieste dei consumatori e l’ambiente regolamentazione in Europa sta cambiando ma la legislazione deve essere aggiornato. MGA stanno lavorando al nuovo quadro normativo, che dovrebbe essere presentato in Parlamento il prossimo anno.
L’autorità sta anche investendo in formazione e sviluppo sta esplorando la possibilità di collaborare con altri regolatori. Ciò faciliterà le procedure per gli operatori locali che vogliono espandersi all’estero. Cuschieri ha aggiunto che la crescita economica, la qualità e l’innovazione devono restare le priorità.
All’interno del quadro europeo, il gioco non è un settore armonizzato. Un operatore che viene autorizzato a Malta, ad esempio, non è in grado di offrire automaticamente il suo servizio in altri paesi. Gli operatori hanno quindi a che fare con diverse normative oltre che standard tecnici e questo crea complessità e costi aggiuntivi. Tuttavia Cuschieri ha detto che questo non impedisce al settore del gioco maltese di avere successo. Operatori di gioco ora pagano l’IVA in tutti i paesi in cui operano, e non solo dove si trovano.
“Abbiamo le competenze e esperienza. Anche se Malta è di piccole dimensioni, è un gigante nel settore dei giochi. “, ha detto.
Il Segretario parlamentare Jose Herrera, ha detto che l’industria del gioco sta contribuendo fortemente alla crescita economica – con una percentuale maggiore del 10%. Il numero di licenze nel 2014 ha raggiunto quota 186.
Herrera ha sottolineato la necessità di aggiornare la normativa regolamentare precisando che la libera circolazione delle merci è un diritto sacrosanto. Tuttavia, quando si tratta di servizi, in particolare quelli a che fare con la tassazione, sorgono le complicazioni.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito