Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gioco online, in Italia nel 2013 -14%

In: Cronache, Online

3 febbraio 2014 - 17:39


gamblingonline34

(Jamma) “Nel 2013 il trend reale del gioco online in Italia è stato -14%, se teniamo conto che le slot sono state introdotte solo il 3 dicembre 2013”. Giovanni Carboni fondatore di EGLA – European Gambling Lawyers and Advisors e Managing Partner di Carboni&Partner pubblica le stime della spesa del gioco online nel 2013 e così le commenta. “La spesa del gioco online legale nel 2013 è stata pari a 720 milioni di euro, il dato più basso del triennio 2011 – 2013. Bisogna risalire al 2010 per trovare un dato inferiore, 690 milioni di euro”.

 

EGLA

 

“Ma la verità, prosegue l’ing. Carboni, è che il picco della propensione nei confronti del gioco online si è verificato nel 2010, mentre la crescita nei successivi due anni è stata solo apparente e il calo nel 2013 è maggiore di quello che sembra. La spesa del gioco legale è cresciuta nel triennio da 690 miliardi di euro a 720 soltanto perché contemporaneamente è avvenuta una forte sottrazione di volumi al mercato illegale. Vediamo l’analisi:

Nel 2011 la spesa fu pari a 735 milioni di euro, con un incremento del 6,6%, che nasconde però un calo se si considera che a metà del 2011 erano stati introdotti il poker cash e i giochi di casinò; tenuto conto dei travasi di spesa da giochi preesistenti ai giochi nuovi stimo prudentemente che l’aumento apparente del 6,6% nasconda un calo di circa -5%;

Nel 2012 la spesa fu pari a 749 milioni di euro con un incremento dell’1,9%, che maschera un altro calo se si tiene conto che i giochi di casinò e il poker cash incidevano sul dato del 2011 per soli sei mesi e che a dicembre 2012 furono introdotte anche le slot online; tenendone conto stimo un calo reale almeno pari a -5%;

La mia stima della spesa nel 2013 è pari a 720 milioni di euro, con un calo del 4%, che nasconde però una diminuzione molto più marcata se si tiene conto che le slot erano state introdotte solo il 3 dicembre 2012; le slot oggi rappresentano circa la metà del totale dei casino games ma bisogna tener conto del travaso di spesa dagli altri giochi di casinò; stimo che l’introduzione delle slot valga un aumento del +50% dei giochi di casinò; con tale assunto il calo reale è -14%.”.

“Nel corso di 3 anni, prosegue Carboni, si è perciò verificato un calo totale almeno pari a -22%. Una caduta considerevole, ma non un disastro se consideriamo che stiamo scontando l’impatto della crisi economica. Ci sono però altre cause. Alcuni anni fa il gioco online aveva un appeal che ora ha perduto. Ci vuole innovazione per recuperarlo. Ed è necessario rimuovere il pregiudizio dei politici e delle organizzazioni del terzo settore contro il gioco online. Per i parlamentari italiani il gioco online è “un buco nero”, non ne sanno niente.

Se il Parlamento conoscesse i livelli di sicurezza del gioco online legale italiano e se si rendesse conto che solo un’offerta legale competitiva può contrastare il gioco online illegale, dovrebbe proteggere il gioco online legale, non attaccarlo come fa”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito