Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Francia. Assemblea Nazionale al voto su poker, liquidità internazionale e giochi d’azzardo online

In: Online

21 gennaio 2016 - 15:44


Visuel mire commission - Le peristyle, la colonnade et le fronton du Palais Bourbon avec drapeaux - photo retouchée

(Jamma) Il gioco approda sui banchi dell’Assemblée nationale . E’ previsto per oggi il voto ad una serie di emendamenti presentati da diversi deputati al progetto di legge su la Repubblica ‘digitale’. Emendamenti che non sono passati inosservati e intorno ai quali si è scatenata una polemica. In particolare si tratta di norme che andrebbero ad intervenire sulla normativa in materia di giochi d’azzardo online e che hanno subito fatto parlare di una ‘lobby dei giochi online’. Trenta deputati si sono scatenati contro un emendamento che, a loro dire, avrebbe aperto la porta alla deregolamentazione del gioco d’azzardo su Internet.

Videogiochi e premi. Una proposta mira a fornire per la regolamentazione del gioco d’azzardo on-line da parte dell’autorità competente, ARJEL, per limitare e controllare i rischi di frode , truffe, e dipendenze oltre che l’accessibilità ai minori . La normativa vigente infatti non prevede una regolamentazione dei videogiochi a pagamento. In effetti, non esiste una definizione legale sufficientemente precisa dei videogiochi online e con l’emendamento proposto si intende integrarli nella categoria dei giochi di abilità. Il regolamento prevede una serie di obblighi per gli operatori tra cui l’obbligo di licenza rilasciata dall’ARJEL.

Poker e liquidità internazionale. Un altro emendamento affronta la questione del poker e della liquidità nazionale. Lo scopo di questo emendamento è quello di offrire la possibilità ai clienti di poker online in Francia di giocare contro giocatori registrati con gli operatori che operano legalmente in un altro Stato membro dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo.

L’articolo 14 della legge n ° 2010-476 del 12 maggio 2010 ha infatti stabilito una ripartizione del mercato francese del poker online, impedendo l’accesso ai tavoli di poker dei giocatori iscritti a siti di operatori stranieri non in possesso l’accreditamento francese. Questa misura è stata introdotta con lo scopo di garantire la tutela dei consumatori. Tuttavia, sembra che questo limiti la quantità di liquidità disponibile sui tavoli di poker online francese, senza conseguire l’obiettivo di tutela dei consumatori.
In primo luogo, sarà necessario che l’autorità di regolamentazione del gioco online abbia concluso un accordo di cooperazione con l’autorità di regolamentazione dello Stato membro dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo che dipende dalla operatore straniero. Solo la cooperazione con le autorità di regolamentazione di attuazione di standard di regolamentazione equivalenti a quelle del sistema francese per la protezione dei consumatori può essere formalizzato in tali accordi. Questi accordi stabiliscono anche le procedure di attuazione e monitoraggio dell’attuazione delle offerte di poker online che devono essere conformi con entrambi quadri normativi, francesi e stranieri, considerati.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito