Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Bulgaria. Nel primo semestre 2014 risultati dal mercato del gambling online oltre le aspettative

In: Online

5 settembre 2014 - 18:24


gambling163151

 

(Jamma) I costi ragionevoli che devono sostenere le aziende per ottenere una licenza e una legislazione che si può definire liberale sono i due motivi per i quali si può dire che l’apertura del mercato al gioco online in Bulgaria si sta rivelando un successo. E’ quanto si legge nella prima relazione semestrale della Commissione bulgara per il gioco d’azzardo . Le entrate dal gioco online, comprese le imposte, multe e sanzioni ammontano a 29.91 mln di bgn ( 15 milioni di euro).

Considerando che il regolatore ha rilasciato la prima licenza di gioco a PokerStars solo nel febbraio di quest’anno e Betfair ha ricevuto la licenza subito dopo, e tenendo presente che le spese sostenute dalla Commissione nello stesso periodo sono pari a BGN 688.339, il fatturato è stato quasi interamente profitto. .

 

I risultati supportano l’ottimismo di Eric Hollreiser, Responsabile Comunicazione Corporate PokerSrats’owner Rational Group, che aveva detto in febbraio che il mercato del gioco online in Bulgaria era “pieno di promesse”.

 

“Crediamo nelle potenzialità del mercato bulgaro ed è per questo che la nostra azienda ha investito nella licenza locale”, ha detto Hollreiser annunciando il lancio di quello che era allora l’unico sito di poker legale a disposizione dei giocatori bulgari. “Il regolamento soddisfa i giocatori e assicura che le autorità di regolamentazione locali possono tutelare i consumatori e raccogliere le entrate.”

 

A differenza di altri mercati i giocatori bulgari hanno la possibilità di accedere alla liquidità internazionale e quindi competere con altri giocatori da tutto tutto il mondo.

 

La scelta del governo bulgaro di mantenere il prezzo delle licenze di gioco online ad un livello ‘ragionevole’ di 50.000 bgn di ridurre le imposte dal 20 al 15% del fatturato si è rivelata un’altra scelta vincente.

 

“Forse altri paesi possono imparare dalla Bulgaria per invertire un trend del mercato in negativo” ha detto il responsabile della Commissione per il gambling.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito