Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Austria. La Corte Suprema condanna operatore maltese a risarcire di 1 mln di euro giocatore patologico

In: Online

9 ottobre 2012 - 19:04


sentenza_tar1

(Jamma) La Corte Suprema austriaca ha confermato una sentenza del tribunale nazionale in base alla quale un giocatore dovrà ricevere un rimborso di un milione di euro da una società che operava come casinò online senza autorizzazione rilasciata dallo Stato. 

Nel comunicato reso alla stampa non viene riportato il nome della società in questione ma solo che ha sede a Malta. Il giocatore in questione pare abbia manifestato problemi di dipendenza da gioco e aveva ottenuto di essere escluso da operatori di gioco con sede in Austria, andando poi però a giocare su siti con sede all’estero. L’azienda per cui gioca l’uomo e a cui lo stesso aveva sottratto le somme di denaro poi giocate ha chiesto un rimborso alla società maltese. La decisione della Corte Suprema rappresenta un pericoloso precedente e non è escluso che ora in molti possano chiedere un rimborso sulla scia di quanto accaduto alla società di Linz.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi