Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Verona. Le farmacie distribuiscono opuscolo contro gioco d’azzardo

In: Cronache, Mercato

4 aprile 2012 - 07:42


farmacia

(Jamma) Il Comune di Verona, per mettere in guardia i cittadini sul vizio del gioco d’azzardo e i rischi connessi, ha dato il via a una nuova iniziativa: da oggi, infatti, sarà distribuito presso le farmacie della città un opuscolo contenente informazioni sull’attività delle sale da gioco e osservazioni e consigli rivolti ai giovani e agli adulti per riconoscere i sintomi del vizio da gioco.

 

Realizzato dal Comune di Verona, l’opuscolo contiene informazioni sull’attività delle sale da gioco e osservazioni e consigli per riconoscere i sintomi del vizio da gioco.

Una parte della pubblicazione, realizzata dall’assessorato alla Risorse Economiche-Ufficio Antiusura del Comune, è inoltre dedicata all’usura e agli aiuti concessi dallo Stato alle vittime di questo reato.

“Gli italiani – si legge nell’opuscolo, che rilancia le parole di un’Assemblea del Cnel del 2008 – sono quelli che spendono in assoluto la cifra maggiore per scommesse e lotterie in rapporto al reddito pro-capite, una cifra che si è triplicata in quattro anni”. In particolare, a giocare risultano essere soprattutto le fasce più deboli dal punto di vista economico: “il 56% degli strati sociali mediobassi, il 47% di quelli più poveri e il 66% dei disoccupati”.

Ma attenzione, perché “il banco non perde mai”, avverte l’opuscolo del Comune di Verona. Sottolineando come a perdere, denaro e non solo, siano invece i cittadini e la comunità intera. “Chi è rovinato dalla malattia del gioco – sottolinea l’opuscolo – rovina anche la propria famiglia, non ha soldi per l’affitto o per il mutuo della casa, per mantenere i figli a scuola, per mangiare”. Ma “i costi per la disintossicazione e il recupero dell’ammalato incidono anche sulla Sanità in modo non indifferente e le cure, a detta degli esperti, sono lunghe e di non facile soluzione”. A questo vanno a sommarsi, per i meno abbienti, i costi per altri interventi di enti istituzionali e del privato.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito