Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Spagna. Romeva i Rueda (Verdi/ALE ): “I favori concessi a Eurovegas potrebbero agevolare il riciclaggio di denaro”

In: Casinò, Mercato, Primopiano2

7 febbraio 2013 - 11:31


romeva i rueda

(Jamma) Spagna: riciclaggio di denaro sporco in relazione al progetto “Eurovegas”. Ad insinuare il dubbio è Raül Romeva i Rueda, europarlamentare del gruppo Verdi/ALE che ha presentato ieri una interrogazione parlamentare alla Commissione europea nella quale chiede di sapere se le modifiche apportate alla legge 8/2012 siano conformi alla direttiva 2005/60/CE.
“Il governo della Comunità di Madrid – ha spiegato – ha approvato attraverso la legge 8/2012, del 28 dicembre, una serie di riforme per favorire la realizzazione di macro-progetto “Eurovegas” nella Comunità di Madrid.

C’è da considerare però che la legge statale contro il riciclaggio di denaro e il terrorismo (legge 10/2010 del 28 aprile), prevede alcune misure per prevenire il riciclaggio di denaro attraverso l’obblico per “le persone fisiche o giuridiche che esercitano quelle professioni o attività particolarmente suscettibili di essere utilizzate per il riciclaggio di denaro” considerando espressamente tra queste anche i “casinò”.
Le modifiche approvate attraverso la nuova legge 8/2012 hanno introdotto la figura dei Centri Integrati di Sviluppo con nuove condizioni relative al gioco:
– si consente, infatti, agli operatori di casinò, case da gioco e di altri Centri integrati di concedere operazioni di credito ai “giocatori” (articolo 24 della legge di cui sopra), senza specificare le condizioni di trasparenza e di informazioni provenienti da tali operazioni. Allo stesso modo si insiste con un nuovo articolo 8, comma 6, della legge 6/2001, del 3 luglio, sul gioco della Comunità di Madrid, quando prevede espressamente che “le società titolari di Casinò possono concedere prestiti, crediti o qualsiasi altra forma di finanziamento equivalente ai giocatori (…) “;
– si comprende anche la possibilità che all’interno delle case da gioco siano sviluppate attività di promozione del gioco;

– si introduce la possibilità, previa comunicazione alla Commissione di Gioco, di implementare nuovi giochi, senza che sia stato specificato nella richiesta originaria di autorizzazione”.

L’europarlamentare ha pertanto chiesto alla Commissione europea:

“La Commissione pensa che le modifiche apportate alla legislazione della Comunità di Madrid, attraverso la legge 8/2012 sono conformi alla direttiva 2005/60/CE? Verranno richieste nuove informazioni alle autorità spagnole e alle autorità regionali della Comunità di Madrid per riprendere l’istruttoria aperta dopo la Petizione 0555/2012 dal Parlamento europeo sul progetto Eurovegas”.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi