Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Portogallo. Santa Casa di Misericordia contro Bwin

In: Mercato, Sport

14 febbraio 2012 - 17:46


portogallobandiera

(Jamma) Santa Casa di Misericordia di Lisbona, come monopolista del settore del gioco d’azzardo in Portogallo ha chiesto 27 milioni di euro di danni all’operatore di giochi on line Bwin per aver offerto illegalmente i propri servizi sul mercato portoghese.

Santa Casa ritiene che la pronuncia del Tribunale di Porto contro la sponsorizzazione della Champions League portoghese da parte dell’operatore austriaco sia un precedente che potrebbe essere utilizzato per scoraggiare altri operatori on line.

La decisione delle autorità portoghesi, fatte ai primi di gennaio, ha costretto il gestore a cancellare gli accordi di sponsorizzazione con la Champions League, già ribattezzata Champions Bwin.

Ana Paula Barros, consigliera per gli Affari europei della Santa Casa di Misericordia, ha affermato che la decisione potrebbe portare all’espulsione di Bwin e di tutti gli altri operatori di scommesse sportive on line dal mercato portoghese. La signora Barros ha spiegato anche che la somma contestata all’operatore di giochi è stata calcolata sulla base dei profitti ottenuti da Bwin in Portogallo nel 2006.

Da parte sua Bwin ha replicato che la decisione non è definitiva e che l’importo di 27 milioni non è ancora definitivo.

Come in questo caso, Santa Casa di Misericordia condanna tutte le attività, considerate illegali, dei numerosi operatori on line attivi sul mercato da molti anni: questi ultimi invece contestano che le norme del Portogallo sono contrarie al diritto europeo.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito