Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Gioco on line. Francia, Italia, Portogallo e Spagna verso una comune strategia di regolazione

In: Cronache, Mercato

12 luglio 2012 - 10:46


aamstab

Francia. Europei 2012, puntati oltre 30,8 milioni di euro

 

(Jamma) Il 19 e 20 giugno, i regolatori competenti sul gioco online di quattro Stati europei, Francia (ARJEL), Italia (AAMS), Portogallo (Santa Casa da Misericordia de Lisboa) e Spagna (DGOJ), si sono riuniti a Barcellona (Spagna). L’obiettivo dell’incontro era quello di concordare una comune strategia di regolazione, promuovere la cooperazione operativa e migliorare il processo di scambio di informazioni

I quattro paesi partecipanti operano nell’ambito di un quadro giuridico comune: il gioco non è un’attività economica come le altre, ma un’attività per la quale ciascuno Stato deve garantire individualmente l’ordine pubblico nel proprio territorio, proteggere i consumatori dalle frodi e dalle attività criminali, prevenire il gioco problematico – con particolare riguardo ai gruppi di persone più vulnerabili –, assicurare l’integrità dello sport e contrastare l’offerta di gioco illegale. Questi obiettivi possono essere perseguiti efficacemente da ogni Stato tenendo in considerazione le proprie diverse realtà etiche, culturali e sociali, attraverso strumenti di regolazione efficaci conferiti alle autorità pubbliche, e non lasciando tale compito alle sole forze del mercato. Questo approccio politico e questi obiettivi comuni rendono possibile una cooperazione concreta tra i regolatori, che ponga le basi per un più efficace conseguimento degli obiettivi previsti nelle rispettive legislazioni.

La riunione ha permesso di stabilire una strategia di regolazione comune e di avviare le modalità di scambio di informazioni sugli operatori di gioco autorizzati in più paesi, sul contrasto agli operatori illegali, sui giochi regolamentati nelle rispettive giurisdizioni e sui rispettivi dati di mercato, tenendo conto delle possibili restrizioni in ordine alla protezione dei dati personali. Inoltre, sono state discusse le condizioni necessarie per una possibile regolamentazione di giochi a liquidità condivisa tra alcuni dei paesi partecipanti alla riunione.

Nonostante i diversi stadi di avanzamento normativo e di sviluppo del mercato dei giochi online riscontrati nei quattro Stati, la riunione ha permesso di migliorare la conoscenza reciproca tra le autorità di regolazione e tra i rispettivi rappresentanti, e di avanzare concretamente nel processo di cooperazione. Infine, i quattro regolatori hanno condiviso l’importanza, per il futuro, di estendere la cooperazione ad altri Stati europei caratterizzati da principi e strategie di regolazione simili.

La prossima riunione si terrà a Parigi nel mese di dicembre 2012.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito