Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

CE. Sulla legge sui giochi greca. Almunia: “Se incompatibile, la CE avvierà procedura d’infrazione”

In: Mercato

21 marzo 2012 - 11:29


almunia

CE Lotteria.  Jurgen Creutzmann interroga la Commissione sulle anomalie del bando di gara austriaco

 

(Jamma) Il Commissario europeo agli affari economici e finanziari Joaquín Almunia Amann ha risposto ieri a nome della Commissione all’interrogazione parlamentare presentata da l’europarlamentare Jürgen Creutzmann in merito alla riforma della legge greca sui giochi perché in contrasto con la normativa del Mercato Interno. L’europarlamentare tedesco contestava in particolare il fatto che la nuova legge introducesse una tassa del 30% sull’utile lordo applicato alle attività on line, mentre gli utili della Opap, relativi ai giochi off line, non erano soggetti a questa tassa. “Inoltre, – spiegava -la nuova normativa richiede agli operatori europei autorizzati di pagare questa imposta retroattivamente dal periodo che segue al 1 gennaio 2010. Ovviamente la valenza retroattiva non sarà applicata alla Opap che è prevalentemente di proprietà di azionisti privati”.

 

A rispondere sulla conformita della legge greca alla giurisdizione europea, il Commissario spagnolo Almunia che ha spiegato: “ I servizi della Commissione stanno attualmente valutando la nuova legge greca sui giochi (legge 4002/2011 del 5 agosto 2011), in particolare per quanto riguarda la sua conformità alle norme sugli aiuti di Stato. In particolare, la Commissione ha ricevuto due denunce per quanto riguarda il presunto trattamento di favore fiscale riservato alla OPAP, che potrebbe costituire un aiuto di Stato possibile. La presente legge greca, comprese le sue successive modifiche, è anche oggetto di esame in base alle norme del mercato interno – ha dichiarato Almunia – Se la Commissione è giunta alla conclusione che sussistano seri dubbi per quanto riguarda la compatibilità della nuova legge greca, nella sua forma attuale, con il mercato interno, avvierà il procedimento di indagine perseguendo l’articolo 108 TFUE. L’esame in base alle norme del mercato interno dovrebbe anche consentire alla Commissione di valutare la conformità con il diritto comunitario dell’intero quadro giuridico greco per il gioco, che comprende i regolamenti relativi sia al gioco on-line che off-line. Comunque – ha concluso – la Commissione resta in regolare contatto con le autorità greche su queste questioni”.

 

Grecia. Legge sui giochi anticoncorrenziale: per Creutzmann va riformata



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi