Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Francia. L’Arjel blocca le scommesse su partite a rischio combine

In: Mercato, Online, Scommesse, Sport

5 dicembre 2012 - 12:22


francia rugby
Scommesse. SKS365: sconcerto per situazione bando 2012

 

Casinò di Venezia. Al 30 novembre incassati 112 milioni di euro (-16,53%)

 

G&V. Lottomatica alla conquista della Grecia

 

(Jamma) Stop alle scommesse, in Francia, per le partite a rischio combine. La decisione è stata presa dall’Arjel, l’ente che controlla i giochi d’azzardo online, in collaborazione con la Federazione Francese di Rugby e la Lega Nazionale Rugby. In Francia, infatti, mesi fa è scoppiato lo scandalo delle scommesse nel campionato di pallamano, con l’arresto di campioni e un giro d’affari milionario. Partite truccate, giocate dubbie e uno scandalo che rischia di travolgere l’intero sport transalpino.

Per questo motivo l’Arjel ha iniziato una serie di discussioni con le federazione e le leghe dei più importanti sport nazionali, dal calcio al volley, passando dalla stessa pallamano ad, appunto, il rugby. Ed è stata proprio la palla ovale la prima a rispondere in modo positivo.

Così è uscito lo scorso 29 novembre un documento sottoscritto dall’Arjel, dalla FFR e dalla LNR contro le partite a rischio. Verrà, dunque, trovato un metodo oggettivo per individuare quelle partite del Top 14 e della Pro D2 che sono a rischio “biscotto” e su questi eventi verrà vietata la possibilità di fare puntate online.

Un primo passo importante, un segnale forte a indicare come anche le isole che vengono considerate sicure rischiano di cadere nella trappola della combine e della corruzione. Dal rugby la risposta è arrivata immediatamente, ora si aspettano gli altri sport al varco.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito