Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Danimarca. Nel primo trimestre dell’anno, il mercato dei giochi vale 135,5 milioni di euro

In: Mercato

16 maggio 2012 - 17:19


danimarca

Faenzi (Pdl). Una proposta di legge per lo sviluppo dell’ippica e l’organizzazione ASSI

 

(Jamma) Sono 135,5 milioni di euro i profitti lordi garantiti nel primo trimestre dal mercato danese dei giochi. Oltre un miliardo di euro di profitti lordi previsti nel 2012, con una spesa effettiva da parte dei giocatori maggiorenni di circa 229 euro pro capite. Le stime provengono ufficialmente dall’Autorità Danese dei Giochi che ha reso noto il bilancio del primo trimestre dell’anno.

Se si considerano solo scommesse e casinò on line, macchine da gioco e casinò terrestri, i profitti lordi del mercato del gaming danese ammontano a circa 135,7 milioni di euro. Il maggiore contributo arriva dai casinò virtuali e dal mercato delle scommesse che hanno garantito nei tre mesi 63,2 milioni di euro di entrate al lordo, seguiti a breve distanza dagli apparecchi di gioco (a quota 61,8 milioni). Chiudono i casinò terrestri con un margine di 10,7 milioni di euro. In Danimarca, infatti, ci sono sette casinò ‘fisici’ situati a Copenhagen, Elsinore, Odense, Munkebjerg, Aarhus, Aalborg più uno sulla nave che collega Copenhagen a Oslo.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi