Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Arrestate a Cipro 44 nonnine appassionate al gioco d’azzardo

In: Cronache, Mercato

2 marzo 2012 - 10:35


slotnonna

(Jamma) Con l’accusa di gioco d’azzardo quarantaquattro donne greco-cipriote di età compresa fra i 75 e i 99 anni sono state arrestate ed ora verranno processate a Cipro. Il gioco d’azzardo in Cipro è proibito e le accusate dovranno infatti comparire fra pochi giorni davanti a un tribunale. Lo riferiscono i media ciprioti ricordando che le donne furono arrestate e poi rilasciate dalla polizia nel novembre 2009 dopo che erano state sorprese a giocare a carte nella casa di una di esse. Quando gli agenti fecero irruzione in un’abitazione della località costiera di Limassol dove stavano giocando, sequestrò le carte, le fiches e un centinaio di euro in contanti.

L’irruzione venne effettuata dopo una serie di lamentele da parte dei vicini circa il rumore che le arzille vecchiette facevano con il loro andirivieni. Sfortunatamente per i giudici, sottolineano i giornali ciprioti, due delle imputate sono riuscite a sfuggire alla “giustizia” decidendo di non cooperare e di morire prima della celebrazione del processo. La più anziana del gruppo delle “nonnine del crimine” – 99 anni – intervistata dalla tv privata Sigma ha detto chiaro e tondo che lei non ha alcuna intenzione di presentarsi in tribunale. “Io – ha detto – stavo soltanto ammazzando il tempo insieme con le mie amiche. Lasciate pure che mi riconoscano colpevole e mi mettano in prigione. E allora?”



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi