Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

UK, Gambling Commission rafforza misure sulla responsabilità sociale. Graf: “Rimuovere l’anonimato dal gioco d’azzardo terrestre”

In: Leggi

6 febbraio 2015 - 17:53


londra

(Jamma) – L’industria del gioco d’azzardo in Gran Bretagna può fare molto di più per rendere sicuro questo settore. Questo è il messaggio principale che la Gambling Commission ha lanciato nell’introduzione di nuove regole per proteggere i giocatori, i giovani e tutti coloro che sono a rischio di dipendenza dal gioco.

 

La Commissione chiede anche un serio dibattito pubblico in materia. A seguito di una importante revisione risalente all’anno scorso, la Commissione ha pubblicato oggi una serie di nuove e aggiornate misure di responsabilità sociale. Queste rafforzano in modo significativo le condizioni di licenza e i codici di comportamento (LCCP) e chiariscono il ruolo di primo piano che gli operatori stessi devono assumersi.

 

Le modifiche includono: i dipendenti degli operatori devono essere in grado di supervisionare efficacemente i clienti nei locali di gioco. Devono avere anche dispositivi per identificare i clienti che sono a rischio di dipendenza dal gioco se non sono presenti segni evidenti. Gli operatori più grandi devono effettuare test di acquisto per assicurarsi che i loro sistemi di prevenzione del gioco d’azzardo nei confronti dei minorenni lavorino a pieno. Ad aprile 2016, gli operatori terrestri dovranno avere dei programmi che consentano ai clienti di effettuare una richiesta di autoesclusione da tutti gli operatori dello stesso tipo nel settore – generalmente dove questi vivono e lavorano. La Commissione sta inoltre lavorando con i rappresentanti del settore per sviluppare un sistema nazionale di autoesclusione in linea, che dovrebbe essere in vigore nel 2017. Una serie di misure volte a garantire che il marketing e la pubblicità siano socialmente responsabili, tra cui l’obbligo che la commercializzazione di ‘scommesse gratuite’ sia aperta, trasparente e non fuorviante. Gli operatori online devono fornire servizi di “time-out” in modo che i giocatori possano prendere una pausa dal gioco, oltre ad offrire ai giocatori la possibilità di impostare un timer di controllo sullo schermo per aiutarli a rivedere la loro spesa e in alcuni casi ad indurli a smettere di giocare. I principali operatori devono definire quali specifiche misure stanno prendendo per minimizzare i danni da gioco d’azzardo, come valutare la loro efficacia e mostrare i loro piani di miglioramento per il prossimo anno a fronte del quale può essere giudicato il progresso fatto.

 

Philip Graf, presidente della Gambling Commission, ha dichiarato: “Il lavoro che abbiamo fatto attraverso la revisione rappresenta un significativo rafforzamento delle misure di responsabilità sociale nel LCCP. Ma abbiamo raggiunto il punto in cui è chiaro che molto di più potrebbe essere fatto se l’anonimato nel gioco d’azzardo terrestre non fosse così importante. Rimuovere l’anonimato naturalmente è una grande sfida ed è tempo per dare il via ad un adeguato dibattito pubblico sui costi e benefici di questa possibilità”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito