Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

La Fondazione Unigioco: una nuova collaborazione per lo studio sulla legislazione greca delle VLT

In: Leggi

18 febbraio 2014 - 20:59


unigiocoara

(Jamma) – Come di consueto, anche quest’anno la Fondazione Unigioco ha partecipato all’ ICE Totally Gaming di Londra, l’evento del gioco più importante al mondo. Una celebrazione del gioco internazionale e una vetrina su ciò che l’industria può offrire in tutti i suoi settori, ma anche occasione di dibattito e di confronto per gli operatori.


In questo contesto, la Fondazione ha preso parte alla Conferenza internazionale dell’European Casino Association (ECA), organizzata nella giornata precedente l’apertura della fiera. Si tratta di un appuntamento annuale che mira a sondare le opportunità di crescita, anche attraverso la rimodulazione dei modelli di business e il ricorso a tecnologie innovative.
Oggetto del dibattito sono stati diversi temi, tra cui i prossimi sviluppi normativi e politici a livello europeo inerenti il gioco d’azzardo, la necessità di rafforzare la cooperazione amministrativa tra gli stati, l’armonizzazione delle norme nazionali per limitare la disomogeneità tra i vari paesi.
Grazie a quanto emerso durante la conferenza, la Fondazione ha riunito il proprio Comitato scientifico diretto dal responsabile dell’area Regolazione, ing. Vitaliano Casalone, e ha potuto completare la sua attività annuale di analisi delle normative dei singoli paesi comunitari e le possibili evoluzioni delle legislazioni future.
A questo proposito, la Fondazione ha ricevuto nella propria sede il Prof. George Ioannou e la Prof.ssa Maria Argyropoulou del Management Science Laboratory della Facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Atene, a cui le autorità greche hanno affidato un progetto di ricerca sul mercato greco del gioco d’azzardo con riferimento alle VLT.
In vista dell’introduzione delle VLT di nuova generazione, lo Stato greco ha necessità di intervenire nel settore del gioco con una nuova normativa, per determinare il passaggio dall’attuale mancanza di regolamentazione a un mercato che garantisca l’equilibrio tra le esigenze di un gioco responsabile e quelle di contributo per le casse erariali.
I due professori hanno scelto la Fondazione come referente per il proprio studio e, durante l’incontro con il dott. Ezio Filippone, hanno approfondito il quadro normativo italiano relativo alle slot machine e VLT, gli aspetti legali del mercato e hanno valutato possibili modelli e strategie per l’introduzione di una legislazione efficace in Grecia.
L’esperienza e i suggerimenti della Fondazione saranno incorporati nella relazione finale dello studio.
La Fondazione e il Management Science Laboratory proseguiranno la loro collaborazione.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito