Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Dl sanità e sviluppo. Niente slot nei pressi di luoghi sensibili

In: Apparecchi Intrattenimento, Leggi

27 agosto 2012 - 10:39


balduzzi

(Jamma) Il governo prende consapevolezza che la ludopatia può essere un problema grave e per questo nella bozza di decreto “Sanità e sviluppo”, che il ministro della Salute Renato Balduzzi porterà al Consiglio dei ministri il 31 agosto, entra il divieto di installazione degli apparecchi per il gioco d’azzardo all’interno o in un raggio di 500 metri da scuole, o in altri posti frequentati da giovani, strutture residenziali sanitarie e luoghi di culto e possibile impignorabilita’ dei beni per chi, affetto dalla sindrome del gioco d’azzardo, intraprende un percorso di riabilitazione. Per prevenire i rischi derivanti dal gioco d’azzardo, tra le tante novità inserite nei 27 articoli arrivati ieri sul tavolo della commissione salute delle Regioni è previsto che con apposita ordinanza motivata, il Sindaco potrà disporre, per una durata massima di 30 giorni, la chiusura o la limitazione dell’orario di apertura e chiusura degli esercizi commerciali, dei locali o, comunque, dei punti di offerta dei giochi, nelle aree comunali interessate da rilevanti fenomeni di ludopatia. Queste sono solo alcune delle tante novità perchè oltre a regole più stringenti sul gioco d’azzardo, il ministro della Salute Balduzzi interviene anche sul divieto di vendita di tabacchi a minori. Per la trasgressione di tale divieto il testo prevede sanzioni amministrative da 250 a 1.000 euro e da 500 a 2.000 euro in caso di reiterazione del divieto e il controllo automatico di rilevamento dell’età anagrafica dell’acquirente.

Non finisce qui perchè si prevede che in un prossimo futuro possano essere stabiliti ulteriori limiti con decreto del Viminale, di concerto con il Tesoro e il ministero della Salute.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito