Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Slot, Commissione Tributaria: “Niente Iva su incassi apparecchi installati nei locali pubblici”

In: Diritto, Fisco

4 maggio 2015 - 10:01


martellotribunale

(Jamma) – Niente Iva sugli incassi delle slot machine installate in bar e altri locali pubblici. Così è stato stabilito dalla Commissione Tributaria di secondo grado di Bolzano in una sentenza con cui è stato accolto il ricorso del titolare di un locale in seguito ad un accertamento fiscale.

 

La Commissione ha quindi considerato applicabile anche per i titolari dei locali l’esenzione Iva sulla raccolta di gioco, prevista dalla legge finanziaria 2005 nei rapporti tra concessionari di rete e terzi incaricati della raccolta.

 

Il ricorso, che era stato dichiarato inammissibile in primo grado, è stato invece accolto in appello con le seguenti motivazioni: “l’esenzione dell’Iva spetta anche ai rapporti tra i concessionari e terzi incaricati della raccolta, pertanto va verificato se il bar svolge soltanto prestazioni di servizi nei confronti del gestore oppure anche l’attività di raccolta delle giocate per il concessionario della rete. Nel contratto tra esercente e concessionario ci sono impegni, vincoli e condizioni che dimostrano il ruolo attivo e sostanziale del bar nell’articolato meccanismo della raccolta delle giocate. Infine è prevista l’iscrizione obbligatoria nell’elenco degli operatori slot dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: senza iscrizione gli esercenti non possono ospitare le slot e i concessionari non possono collegarli alla rete telematica, l’accoglimento della domanda dimostra l’ingresso dell’esercente-richiedente nel complesso meccanismo della raccolta delle giocate”.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito