Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Giochi&Fisco: a gennaio-giugno 2015 le entrate dai giochi aumentano del 4,7%

In: Fisco

5 agosto 2015 - 16:34


soldi

(Jamma) Nei primi sei mesi del 2015 le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 194.364 milioni di euro, in lieve diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (-335 milioni di euro, pari a -0,2%). Ai fini del confronto omogeneo tra il risultato registrato nel primo semestre del 2015 rispetto all’analogo periodo dello scorso anno, è necessario tener conto del venir meno del gettito dell’imposta sostitutiva sui maggiori valori delle quote di partecipazione al capitale della Banca d’Italia, il cui versamento ammontava a 1.692 milioni di euro ed era previsto per il solo anno 2014. Al netto di questa entrata straordinaria del 2014, le entrate tributarie erariali presentano una crescita tendenziale del +0,7% (+1.357 milioni di euro). Le entrate relative ai giochi presentano, nel complesso, una crescita del 4,7% (+270 milioni di euro).

Le entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 5.968 milioni di euro (+270 milioni di euro, pari a +4,7%); considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 5.810 milioni di euro (+271 milioni di euro, pari a +4,9%).
Sensibile la riduzione delle entrate dalla raccolta di slot e vlt. Nei primi sei mesi dell’anno hanno registrato una riduzione del 5,7%  rispetto al 2014, pari a 119 milioni di euro.
Se consideriamo solo il mese di giugno le entrate riferibili alla categoria apparecchi da intrattenimento ammontano a 464 milioni di euro, 2 in più rispetto allo stesso periodo del 2014.
Commenta su Facebook


Realizzazione sito