Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Per la 40ima edizione Enada Roma ha accolto 15.896 (+8,1%) visitatori

In: Fiere

22 ottobre 2012 - 09:28


enada12

(Jamma) 40 anni festeggiati alla grande! ENADA, Mostra Internazionale degli Apparecchi da Intrattenimento e da Gioco, promossa dall’Associazione Sapar, organizzata da Rimini Fiera col patrocinio di AAMS Monopoli di Stato, manda in archivio una eccellente edizione con 15.896 visitatori (+8,1% sul 2011, quando furono 14.702).

 

ENADA, con le imprese protagoniste della filiera del gioco, ha occupato tre padiglioni della Fiera di Roma, 200 le aziende presenti su 30mila mq. In mostra le innovazioni delle principali aziende italiane e straniere del comparto su prodotti, tecnologie e servizi. Il 35% degli espositori erano esteri.

 

La 40a ENADA è stata inaugurata mercoledì scorso alla presenza di Gianfranco Conte (Presidente della VI Commissione – Finanze della Camera dei Deputati), Alberto Giorgetti (membro della V Commissione – Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera dei Deputati), Davide Diamare (Responsabile Ufficio 12 – Apparecchi e convegni da divertimento ed intrattenimento di AAMS, Azienda Autonoma Monopoli di Stato), Raffaele Curcio (Presidente di SAPAR, l’associazione che riunisce circa 1.500 fra gestori, produttori e rivenditori di apparecchi da intrattenimento) e Lorenzo Cagnoni (Presidente di Rimini Fiera, società che organizza l’evento). Nelle loro dichiarazioni, le autorità hanno sottolineato l’importanza della manifestazione di Sapar, evidenziando il ruolo di leadership del salone in rappresentanza di un distretto economico composto da 5.800 imprese nelle quali sono occupati oltre 100.000 addetti.

 

I COMMENTI A ENADA 2012

La quarantesima edizione di Enada Roma – dice Raffaele Curcio, presidente di SAPAR – è stata l’occasione per fare chiarezza su alcuni punti essenziali. La demonizzazione del settore non aiuta e non dobbiamo dimenticare che questa filiera non solo porta gettito erariale ma soprattutto molti posti di lavoro. L’evoluzione del mondo dei giochi è stata talmente rapida che spesso non sono stati presi in giusta considerazione gli aspetti sociali. Durante i tre giorni della fiera abbiamo quindi condiviso con tutti gli operatori delle iniziative rivolte soprattutto alla prevenzione delle ludopatie, come il progetto pilota avviato con il SERT di Cesena, e speriamo di poter arrivare alla prossima edizione della fiera con dati più precisi del fenomeno”.

 

“Il percorso di ENADA è sempre più solido – commenta Lorenzo Cagnoni, presidente di Rimini Fiera – e perfettamente in grado di rappresentare nei due appuntamenti annuali il dinamismo di una categoria imprenditoriale coesa e protesa al’innovazione. Dopo il quarantennale di ENADA a Roma ci prepariamo a festeggiare i 25 anni di ENADA PRIMAVERA a Rimini nel prossimo marzo. In particolare ENADA 2012 ha mostrato l’unità del comparto, con la presenza significativa del mondo politico e dei Monopoli di Stato. A ciò aggiungo il riconoscimento a SAPAR, che oltre a svolgere il suo ruolo di moltiplicatore di business si prodiga per rilanciare instancabilmente un messaggio di attenzione verso chi eccede nel gioco, superando i limiti del giusto divertimento”.

 

I CONVEGNI DI ENADA

Alla conferenza inaugurale è stata diffusa una fotografia del settore del gioco, prodotta da un’analisi condotta dal Centro Studi Automat-Sapar. Aggiornando i dati della raccolta a luglio 2012, è stato messo in evidenza come, a fronte di una crescita delle giocate (51,23 miliardi di euro contro i 42,76 del 2011) del 20% circa, si assista ad un dato negativo del 10% per le entrate erariali dello Stato. Fatto che deriva dallo spostamento della domanda del gioco verso i nuovi prodotti (Videolotterie, Poker cash e Casinò games) caratterizzati da un elevato pay out e da un basso prelievo erariale. In ogni caso le NewSlot sono il prodotto di punta (32% di market share), ma perdono il 6,2% nella raccolta, rimanendo sempre il maggior ‘contribuente’ (da gennaio a luglio 2012, 1,93 miliardi, il 41,1% delle entrate erariali dai giochi.

 

Anche quest’anno SAPAR, oltre alle attività che svolge in questa direzione durante l’anno, ha colto l’occasione di ENADA per mettere al centro delle riflessioni l’impatto sociale prodotto dal gioco. Nel corso di un convegno è stato evidenziato come una informazione corretta, la conoscenza e responsabilità a tutti livelli siano i cardini per attuare in maniera efficace un’azione di prevenzione e contrasto della ludopatia. L’appello partito dal simposio intitolato L’impatto sociale del gioco: analisi e riflessioni è che tutti, singoli individui, operatori economici, istituzioni, siano responsabilizzati nei propri comportamenti e nelle proprie scelte al fine di prevenire forme di gioco patologico. Una responsabilità che può essere alimentata solo da una conoscenza reale della problematica.

 

A Enada anche un interessante convegno su gioco e social media organizzato da BizUp, durante il quale s’è evidenziato come il coinvolgimento e la fidelizzazione siano i primi doveri degli operatori di gioco che vogliono fare emergere il proprio brand sui Social Media come Facebook o Twitter. Nel corso del convegno Gli Operatori di Gaming sui Social Network: stato attuale, errori da evitare e best practice è stato analizzato l’impatto che i social media hanno avuto sul business del gioco in Italia, prendendo in considerazione il comportamento dei giocatori e le strategie dei principali operatori del settore.

 

Rinnovo concessioni e SuperBingo sono invece stati i temi salienti emersi nel Convegno Bingo: quale futuro, organizzato da A.N.I.B., l’Associazione Nazionale italiana Bingo. Il convegno è stato utile per ribadire la necessità da parte dei concessionari di avere certezze su concessioni di lungo periodo come la richiesta di un loro allineamento oneroso almeno al 2016. Altra proposta emersa quella per il SuperBingo, per avere un premio di fascia alta.

 

3° ROME PINBALL TOURNAMENT

Fari puntati a ENADA anche sul 3° Rome Pinball Tournament, torneo di flipper sportivo valido per il circuito del World Pinball Player Rankings, vinto dal romano Daniele Acciari. Il fuoriclasse del Tecnoplay Team ha battuto venti concorrenti provenienti da tutta Italia, aggiudicandosi un inequivocabile primo posto. La sua passione per questo gioco che, come dice lui, è puro divertimento, l’ha tra l’altro consacrato Campione mondiale 2012 di flipper sportivo a Seattle, dove ha confermato il titolo mondiale conquistato anche nel 2011 a Minneapolis. Per la prima volta al torneo di Roma ha partecipato una donna, la 25enne Laura Silvestri, della provincia di Roma, che si è piazzata a un quarto posto di tutto rispetto.

Il Rome Pinball Tournament è stato organizzato dall’Associazione sportiva dilettantistica IFPA ITALIA e Tecnoplay con il supporto di Stern Pinball, Gioco News e Rimini Fiera.

 



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi