Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Tribunale di Venezia e poker on line. Assoluzioni

In: Diritto

21 maggio 2014 - 08:35


mastaiG

Il Tribunale di Venezia ha assolto, con Sentenze pronunciate il 16 maggio 2014, più soggetti titolari punti di commercializzazione, imputati per il reato di gioco d’azzardo e abusiva raccolta di gioco e scommesse per avere esercitato il gioco del poker on line presso i rispettivi esercizi, in collaborazione con i concessionari Replatz e Totoit online srl.


La discussione dei processi è stata illustrata dall’avvocato Marco Ripamonti, il quale ha sottoposto al giudice una serie di argomenti connessi ad entrambe le fattispecie di reato.

 
Il difensore non ha risparmiato censure all’indirizzo dei Monopoli di Stato, richiamando la sentenza della Corte di Cassazione con cui è stata confermata la nota ordinanza del Tribunale del riesame di Perugia che aveva definito illogico ed irrazionale il cambio di orientamento dei Monopoli in merito alla raccolta di gioco presso i PDC attraverso i totem, in considerazione del costo di ciascuna concessione che nessun concessionario avrebbe mai sostenuto – così il Tribunale umbro – se avesse saputo di dover raccogliere gioco esclusivamente presso la propria sede sociale. Censure sono state anche avanzate nei confronti degli Skill Games, definiti dal difensore come veri e propri giochi d’azzardo legalizzato alla stessa stregua di New Slot e VLT.

 

Altro argomento illustrato dal difensore, l’affidamento riposto dagli indagati presso i rispettivi concessionari, tale in ogni caso da escludere l’elemento soggettivo dei reati.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito