Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Tar Toscana, accolto ricorso esercente al quale era stata impedita l’installazione di VLT

In: Diritto

19 dicembre 2014 - 17:00


sentenza_tar1

(Jamma) – Il Tar Toscana si è pronunciato favorevolmente, tramite ordinanza, sul ricorso presentato da un esercente contro la Questura di Firenze in cui veniva chiesto l’annullamento del decreto del Questore con il quale era stata respinta “la richiesta di inserimento per l’attività di raccolta del gioco attraverso l’installazione di apparecchi videoterminali per il gioco lecito (VLT)” nei locali in suo possesso.

 

“Considerato che il ricorso appare provvisto di fumus, in quanto il provvedimento impugnato sembra essere stato adottato senza che l’amministrazione abbia effettuato alcuna valutazione discrezionale in ordine al possesso dei requisiti richiesti dalla legge in capo al ricorrente per ottenere l’autorizzazione richiesta, ancorchè il reato per il quale quest’ultimo è stato condannato ex art. 444 c.p.p. nel 2008 sia stato dichiarato estinto il 20 settembre 2014, e cioè prima dell’emanazione del diniego impugnato, con provvedimento giurisdizionale avente natura dichiarativa (cfr., TAR Sardegna, sez. I, 12 agosto 2009, n. 1443); ritenuto che alle esigenze cautelari rappresentate dal ricorrente possa essere data adeguata risposta disponendo il riesame dell’istanza da parte dell’amministrazione.

 

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana (Sezione Seconda) accoglie l’istanza cautelare presentata con il ricorso in esame e, per l’effetto: dispone il riesame dell’istanza alla luce delle considerazioni di cui in motivazione, da effettuarsi entro 40 (quaranta) giorni dalla comunicazione della presente ordinanza; sospende, nelle more, gli effetti del provvedimento impugnato; rinvia, per l’ulteriore trattazione dell’istanza cautelare, alla camera di consiglio del 26 febbraio 2015.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito