Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

TAR, la sentenza Costa Cifone non vale per chiunque

In: Diritto

19 marzo 2012 - 12:07


martellotribunale

Goldbet: “Ordinanza del Tar Emilia Romagna condivisibile”

(Jamma) Non tutti i Tribunali hanno recepito e di conseguenza applicato i principi contenuti nella sentenza Cifone. Per il Tar Bologna, ad esempio, il possesso di una concessione di un altro paese comunitario non può essere invocato per chiedere il mutuo riconoscimento in Italia, anzi tale possesso è “irrilevante” ai fini dell’ottenimento della licenza ex art. 88 Tulps. Questo è quanto affermato in un’ordinanza dalla Seconda Sezione del Tar Bologna nel decidere sulla richiesta di un ced Goldbet di sospendere in via cautelare il rifiuto della Questura di concedere l’autorizzazione di pubblica sicurezza. Sostanzialmente per il giudice amministrativo emiliano, il sistema concessorio italiano non è contrario al diritto comunitario per il solo fatto di non prevedere il mutuo riconoscimento delle licenze ottenute in altri stati. Oltretutto, nel caso di specie, scrive il Tar richiamandosi alla sentenza Costa-Cifone emessa un mese fa dalla Corte di Giustizia su due ctd StanleyBet, non è stato provato che la compagnia sia stata “inibita o scoraggiata” nel partecipare alla gara per l’affidamento delle concessioni italiane. “Non si evincono indicazioni nel senso della incompatibilità comunitaria di un sistema concessorio, come quello italiano, che non preveda il mutuo automatico riconoscimento tra stati delle rispettive concessioni (questione nemmeno posta dal giudice remittente), e che pertanto è irrilevante, rispetto al caso di specie, la titolarità in capo a Goldbet della concessione austriaca” scrive il giudice.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi