Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Salerno: sollevata nuova questione pregiudiziale per Goldbet ed ordinanza favorevole anche a Milano

In: Diritto

27 gennaio 2015 - 16:49


ripamontins

(Jamma) – La Sentenza della Corte di Giustizia “Stanley” sembra non scalfire la posizione dei CTD collegati a Goldbet, che in data 22 e 23 Gennaio 2014, rispettivamente nella stessa data ed all’indomani, quindi, del deposito della Sentenza CGE, ottengono due nuovi importanti provvedimenti.
L’ordinanza resa dal Tribunale di Milano, quale giudice dell’appello cautelare, è del 22 gennaio 2014 alle ore 14,30, quindi alcune ore dopo il deposito della Sentenza CGE. Il Collegio ambrosiano – attesa la carenza del diniego nonostante le diffide inviate alla Questura e per questo solo fatto pur dovendo accogliere il ricorso del PM che si era veduto negare il sequestro preventivo dal GIP – è tuttavia andato ben oltre la questione pregiudiziale sollevata dalla Corte di Cassazione ed ha affermato che sebbene la Suprema Corte si sia limitata a sollevare la questione pregiudiziale, le censure al Bando Monti avanzate dalla difesa rappresentata dall’avvocato Marco Ripamonti sono condivisibili ed appaiono all’evidenza fondate e che bene ha fatto la società Goldbet ad impugnare il Bando stesso.
A Salerno, invece, dopo alcuni dissequestri attuati nel mese di dicembre dal GIP, il Collegio di Riesame torna a sollevare l’ennesima questione pregiudiziale relativamente ad altra posizione Goldbet. L’Ordinanza di rinvio pregiudiziale interviene il giorno successivo al deposito della Sentenza CGE che, evidentemente, ha lasciato il Collegio salernitano indifferente.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito