Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

CED, ancora un dissequestro a Reggio Calabria

In: Diritto

23 maggio 2014 - 09:14


tribunale legge

(Jamma) – Il 14 maggio 2014, nell’udienza camerale i Giudici del Riesame di Reggio Calabria accolgono le tesi proposte dai legali di BETPASSION che portano a casa un’altra vittoria per il noto Bookmaker Maltese operante nel mercato italiano.
Per i Giudici del Riesame insomma, richiamandosi alla costante giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione nonché alla giurisprudenza della Corte di Giustizia della Comunità Europea, dimostrata la richiesta da parte del titolare del CED dell’autorizzazione di polizia ex art. 88 Tulps ancorché diniegata, accertata e dimostrata l’illegittima esclusione dal Bando Monti del 2012 del noto bookmaker Maltese operante in Italia con il marchio BETPASSION, non può che procedersi all’accoglimento del riesame non potendosi rimproverare al titolare del CED la sanzione prevista dall’art. 4 della Legge 13 dicembre 1989, n. 401 essendo di fatto illegittimo il diniego di autorizzazione dato dalla questura competente. Ne consegue che non può ritenersì così integrato il fumus per il mantenimento della misura reale ordinandosi l’immediata restituzione di quanto sequestrato.

 
La società BETPASSION esprime immensa soddisfazione per l’ottimo lavoro svolto dal proprio dipartimento legale che alla guida dell’attuale responsabile, conta oramai un team composto da 6 avvocati a tempo pieno ed altri 25 domiciliatari attivi e sensibilizzati nella materia del gioco riuscendo così a coprire tutte le problematiche che vivono quotidianamente i CED in materia civile, penale, amministrativa e tributaria.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito