Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Cassazione. Se l’apparecchio che riproduce il poker è sempre azzardo, così come ha stabilito il legislatore

In: Diritto

9 settembre 2014 - 12:30


cassazioneroma

 

(Jamma)  L’installazione in un pubblico esercizio di un apparecchio automatico elettronico che riproduce in qualche modo il gioco del poker configura il reato di esercizio di gioco d’azzardo in presenza delle condizioni legislativamente previste dall’art. 110 del TULPS, atteso che in tale ipotesi l’elemento del lucro non è lasciato all’apprezzamento del giudice, ma è definito tipicamente dal legislatore. E’ quanto hanno stabilito recentemente i giudici della Corte di Cassazione, III Sezione penale, con una sentenza che Jamma.it ha potuto visionare.

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito