Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Cassazione. Il Casinò può cambiare assegni con “fiches”

In: Casinò, Diritto

2 ottobre 2012 - 10:34


Casinofiches
Sanremo. Vertice in comune sulla ‘spending review’ del casinò

 

(Jamma) La consuetudine dei “casinò”, come quello di San Remo, di «consentire l’acquisto di fiches da gioco ai clienti abituali dietro pagamento effettuato con assegni, non permette in alcun modo di qualificare tale attività come finanziamento, e tanto meno di ritenerla compresa tra quelle riservate alle banche». Lo afferma la Cassazione (sentenza 16670/12) che respiinge l’istanza di un avvocato, giocatore d’azzardo pentito, che voleva indietro mezzo miliardo di lire perso al tavolo verde denunciando l’illegalità del cambio assegni-fiches. L’uomo aveva citato in giudizio il casinò chiedendo la restituzione dei soldi, sostenendo che era «afflitta da nullità» la pratica del cambio che gli aveva permesso di giocare anche se sprovvisto di contante. Secondo la Suprema Corte, «la naturale e tipica strumentalità delle fiches rispetto al gioco esclude, con pari evidenza, che l’operazione mediante la quale i clienti vengono approvvigionati di fiches pagandole in denaro contante o a mezzo di assegni, possa dirsi estranea alla gestione della casa da gioco: il che basta a farla rientrare tra le attività consentite». La Cassazione evidenzia la «contraddizione» della pretesa di riavere quanto perso ma non restituire i soldi delle vincite. L’uomo, inoltre ha provato a sostenere che i contratti fiches-assegni sono nulli «perchè è notorio e ampiamente dimostrato» che i giocatori d’azzardo sono incapaci di intendere e volere in quanto hanno una «menomazione della sfera intellettiva o volitiva». I supremi giudici reputano invece che non ci sia una «correlazione necessaria tra la frequentazione della casa da gioco e lo stato di incapacità naturale di chi al gioco sia avvezzo». L’ex giocatore è stato condannato a pagare ottomila euro di spese in favore dei legali del casinò

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito