Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Viterbo. Presentato il Rapporto annuale dei Gruppi AMA. Importanti risultati per combattere la dipendenza da gioco

In: Cronache

19 giugno 2012 - 10:46


giocatore

(Jamma) Presentato il Rapporto Annuale sui risultati terapeutici raggiunti dai gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto (AMA) per alcolisti, giocatori d’azzardo eccessivi e i loro familiari, avviati dalla Ausl di Viterbo in sinergia con la Provincia di Viterbo e con l’associazione Polis.

I dati di efficacia sono stati elaborati dal dottor Luca Piras, sociologo della Provincia di Viterbo ed esperto in interventi psico-sociali con i Gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto e dalla dottoressa Anna Rita Giaccone, neurologa e direttore dei Servizi per le dipendenze patologiche (SerT) della Ausl di Viterbo.

“I gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto rappresentano un caso di buona prassi – commenta il presidente della Provincia di Viterbo, Marcello Meroi – che concretizza l’importante obiettivo dell’integrazione dei servizi sanitari della Ausl con quelli sociali della Provincia e del volontariato nella lotta contro le dipendenze, da quella storica dell’alcolismo e del bere eccessivo, oggi in costante aumento tra i giovani, alla nuova e diffusissima dipendenza dal gioco d’azzardo. Questa integrazione socio-sanitaria nasce inizialmente sul fronte della lotta all’alcolismo ed ha ormai consolidato una sua storia: era il febbraio del 2002, infatti, quando venne avviato un gruppo di Auto-Mutuo-Aiuto per alcolisti nel Ser.T. di Tarquinia. Da allora l’attività del gruppo è proseguita senza sosta nella lotta quotidiana all’alcolismo e, sulla base degli importanti risultati terapeutici raggiunti, nel febbraio 2004 un altro gruppo è stato avviato dalla Ausl con la Provincia di Viterbo anche nel capoluogo, presso il centro diurno in via delle Mura. L’attività integrata dei due enti è proseguita anche negli anni seguenti sino al 2010, quando a settembre fu infatti annunciato l’avvio di un nuovo gruppo AMA per le persone con il problema del Gioco d’Azzardo Patologico (GAP) e per i loro familiari L’avvio sperimentale di questo gruppo è stato possibile anche grazie all’apporto iniziale del CeiS di Viterbo e poi dell’Associazione Polis. Attualmente, ad allargare il fronte, si è aggiunto anche l’associazione umanitaria Semi di Pace che ha offerto una nuova sede per ospitare il gruppo AMA di Tarquinia per bevitori eccessivi e gli alcolisti”.

Dal punto di vista della metodologia dell’intervento, i gruppi di questo tipo si sono dimostrati degli efficaci strumenti terapeutici per cambiare i comportamenti di abuso e dipendenza. Concretamente, i Gruppi sono formati da persone che vivono il problema del bere eccessivo e dai loro familiari. Queste persone si riuniscono una volta a settimana, sedute in cerchio, e con l’aiuto degli esperti in dipendenze patologiche e in gruppi parlano liberamente delle loro difficoltà nello smettere di bere o di giocare: c’è un aiuto reciproco per venirne fuori ed è questo l’aspetto mutualistico alla base dell’intervento.

All’ormai consueto rapporto annuale sui dati di efficacia terapeutica raggiunti dai Gruppi per gli alcolisti, si è aggiunta una nuova sezione tematica dedicata ai primi dati disponibili sull’attività del gruppo per i giocatori d’azzardo che ha ormai superato il primo anno di sperimentazione.

La partecipazione ai gruppi AMA è gratuita e senza bisogno di ricetta medica. Nei rispettivi Ser.T. di Tarquinia e Viterbo, ma anche in quelli situati nei distretti di Civita Castellana, Montefiascone e Ronciglione, i partecipanti ai gruppi possono ricevere gratuitamente sia visite mediche e farmaci di sostegno nella disintossicazione dall’alcol e nel trattamento, sia colloqui individuali con psicologi e assistenti sociali operanti nel Servizio.

Per ogni informazione gli interessati possono chiamare direttamente la dottoressa Giaccone al 333-6173317 (per i gruppi di Viterbo) o il dottor Piras al 329-6162836 (per i gruppi di Viterbo e Tarquinia).

 

Commenta su Facebook


Realizzazione sito