Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Val d’Aosta. Associazioni del terzo settore chiedono di essere riconvocate dalla Commissione su progetto di legge sul gioco d’azzardo patologico

In: Cronache

7 novembre 2014 - 10:39


consiglio-regionale_aosta

(Jamma) “La Valle d’Aosta, sfruttando a pieno le proprie speciali competenze normative, potrebbe assumere un ruolo di “flambeau”, rispetto alla discussione in corso sulla necessità di una nuova regolamentazione nazionale del gioco d’azzardo”. Così Arci Legambiente, Libera, Cgil – Rete 28 aprile e Aosta Iacta Est nel chiedere alla V Commissione una “sollecita riconvocazione al fine di garantire ai cittadini valdostani una legge efficace sul Gap“.

Le associazioni ricordano quindi di essere state una prima volta audite in Commissione a luglio. “L’incontro si era svolto in un clima di grande attenzione e partecipazione, da parte dei numerosi consiglieri regionali presenti. Dopo oltre un’ora di confronto, il Presidente della Commissione Claudio Restano aveva chiesto un aggiornamento, impegnandosi a convocare una nuova audizione dopo la pausa estiva – ricordano Arci Legambiente, Libera, Cgil – Rete 28 aprile e Aosta Iacta Est –  Nel frattempo la Giunta regionale, per il tramite del Presidente Augusto Rollandin, ha  contribuito ai lavori della Commissione presentando un emendamento che vieta le “Ticket Redemption” ai minori”.



Realizzazione sito

www.jamma.it utilizza i cookies per offrirti una navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti che si usino cookie per le finalità espresse nella nostra cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi