Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Una authority nazionale e nuove imposte dal gioco in Irlanda

In: Cronache

25 giugno 2014 - 13:31


michael-noonan-chin-TB

(Jamma) – L’Irlanda sembra aver compiuto un altro passo verso la formalizzazione delle nuove leggi per il gioco online dopo che il governo ha annunciato un piano per dare alla Revenue Commissioners i poteri per far rispettare il nuovo regime fiscale.
Con un emendamento c’è l’intenzione di tassare le scommesse sportive online per la prima volta, per le scommesse tradizionali è prevista un imposta dell’1% sul fatturato, mentre per il betting exchange il 15% dei profitti. Le modifiche si applicheranno a tutti gli operatori autorizzati in Irlanda.

Il ministro delle finanze Michael Noonan ha annunciato di aver ottenuto l’approvazione del Governo per un emendamento che permetterà alle Entrate di riscuotere tasse da parte degli operatori autorizzati online e adottare misure di contrasto agli operatori in difetto di licenza. Il disegno di legge potrebbe includere misure sui sistemi di pagamento, il blocco IP dei siti di scommesse non autorizzati e divieti di promozione per prodotti non autorizzati attraverso la pubblicità o le sponsorizzazioni.

Nel frattempo, i bookmaker terrestri sono pronti alla protesta. Secondo la legge vigente, che risale al 1931, i negozi di scommesse sono tenuti a chiudere entro 06:30 per sei mesi e questo coprifuoco stagionale entra in vigore il primo di settembre. Una misura che mal si concilia con la regolamentazione delle scommesse da remoto.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito