Cerca nel sito
Facebook Twitter Youtube RSS
 

Social Games. Il governo inglese vuole vederci chiaro su offerta di servizi aggiuntivi a pagamento

In: Cronache

15 aprile 2013 - 18:51


pagamenti-online
 Reggio Calabria. Gdf sequestra agenzia scommesse illegale

 

L’UDC chiede che le cure per il Gap siano a carico del Fondo sanitario nazionale

 

(Jamma) L’Office of Fair Trading (OFT) britannico ha deciso di passare il gioco sociale al microscopio, con una particolare attenzione all’acquisto da parte dei minori di funzioni extra nei giochi gratuiti. Nel gennaio scorso le autorità di regolamentazione britanniche sul gioco hanno auspicato un controllo da parte della Polizia sui giochi social, sempre più popolari tra i giovai inglesi. L’OFT, da parte sua, ha deciso di approfondire se i bambini – o i loro genitori – sono “soggette a pressione sleale per l’acquisto di servizi aggiuntivi per giochi offerti gratuitamente”. “L’OFT – fa sapere l’istituzione- “non sta cercando di vietare gli acquisti per i giochi” ma garantire che l’industria è “conforme alle norme vigenti sulla tutela dei minori.” A quanto pare infatti sono sempre di più i minori che utilizzano la carta di credito dei genitori per acquistare app. Le norme inglesi in materia di pratiche commerciali scorrette e tutela dei minori del 2008 vieta alle società di esercitare ‘pressioni dirette sui minori per fare acquisti’. Un rischio reale sembrerebbe essere rappresentato dai giochi destinati agli adulti, come Saga Crush Candy . L’OFT ha chiesto ai genitori e ai gruppi di consumatori di fornire esempi di pratiche particolarmente aggressive da parte di società che offrono servizi di gioco ai loro figli.

Commenta su Facebook


Realizzazione sito